Guide

Cos’è Bitcoin e come funziona, quanto vale e come ottenere BTC

Bitcoin è una tipologia molto particolare di moneta digitale, che viene creata e conservata elettronicamente. Nessuno ha il controllo sul Bitcoin, che vive letteralmente “di vita propria”.

I bitcoin non possono venire stampati, come i dollari oppure gli euro: vengono in realtà prodotti direttamente dalle persone e, in modalità crescente, dalle aziende che mettono a disposizione i propri computer in tutto il mondo, sfruttando un software che essenzialmente risolve dei problemi matematici.

Si tratta della prima iterazione di una particolare categoria di denaro chiamata “criptovaluta”.

Bitcoin come funziona

Il Bitcoin può essere utilizzato per acquistare cose in modalità elettronica. In questo modo, è proprio come i classici Dollari, Euro oppure Yen, i quali sono anch’essi scambiati in maniera digitale.

Tuttavia, la più importante caratteristica del Bitcoin, che lo rende estremamente differente dal denaro convenzionale, è che si tratta di una criptovaluta totalmente decentralizzata. Nessuna istituzione controlla il network del Bitcoin. Questo rende gli investitori molto più tranquilli nell’utilizzare questa criptovaluta, in quanto ciò significa che nessuno può controllare il proprio denaro.

Chi ha inventato il Bitcoin?

Non si conosce ancora l’inventore del Bitcoin. Tuttavia il White Paper della criptovaluta è a nome di Satoshi Nakamoto, che propose questo metodo di pagamento elettronico basato sulla “prova” matematica. L’idea principale del progetto fu quella di produrre una criptovaluta indipendente da ogni autorità centrale, trasferibile elettronicamente, (più o meno) instantaneamente, con commissioni di transazione estremamente basse.

Chi stampa il Bitcoin?

Nessuno può stampare il Bitcoin. La valuta non può essere infatti stampata fisicamente nei meandri di una banca centrale. Le banche possono infatti produrre essenzialmente più denaro per cercare di coprire il debito, svalutando quindi la propria valuta.

Il Bitcoin viene invece creato in modalità totalmente digitale da una comunità di persone e tutti possono letteralmente entrare a farne parte.

Questo network processa le transazioni fatte con la criptovaluta virtuale, rendendo quindi il Bitcoin una valuta totalmente indipendente con il suo network dedicato.

Questo significa dunque che il Bitcoin non è illimitato. Il protocollo del Bitcoin, che sono le regole interne della criptovaluta del Bitcoin, afferma che soltanto 21 milioni di Bitcoin potranno venire creati dai miner. Tuttavia, questi token possono venire divisi in parti più piccole: la parte piccola è un “Satoshi”.

Il satoshi è attualmente l’unità più piccola della valuta bitcoin registrata all’interno della Blockchain. È un centomilionesimo di un Bitcoin (0,00000001 BTC). L’unità è stata nominata come omaggio collettivo al creatore originale del Bitcoin, Satoshi Nakamoto.

Quanto vale un bitcoin

Le valute tradizionali sono sempre state basate sull’Oro oppure sull’Argento. Teoricamente, possedendo un dollaro in banca, questo equivaleva a dell’altro oro. Tuttavia il Bitcoin non si basa sull’Oro, mentre si basa bensì sulla matematica.

In ogni città del mondo, le persone stanno utilizzando programmi software che seguono una formula matematica per produrre Bitcoin. La formula risulta essere totalmente disponibile online.

Il software risulta essere di tipo “open source”, questo significa dunque che tutti possono studiarlo per capire come funziona la tecnologia.

Ad oggi un Bitcoin vale (in dollari):

Bitcoin Opinioni

Il Bitcoin ha svariate caratteristiche che lo rendono estremamente differente rispetto alle altre valute “classiche” create dai governi. Queste sono le opinioni che ci siamo fatti dopo averlo utilizzato e aver capito le svariate funzionalità.

Decentralizzazione

La rete bitcoin non è controllata da una singola autorità centrale. Ogni computer che mina bitcoin ed elabora le transazioni costituisce una parte della rete che lavora insieme al solito scopo.

Ciò significa che, in teoria, un’autorità centrale non può fare il bello ed il cattivo tempo con la politica monetaria e causare una crollo del valore della criptovaluta – o semplicemente decidere di sottrarre i bitcoin alle persone, come fece la Banca centrale europea a Cipro all’inizio del 2013. E se una parte della rete dovesse andare offline per qualche motivo, i soldi continueranno a scorrere.

È facile creare un portafoglio

Attraverso le banche convenzionali, aprire un conto in banca potrebbe risultare in un’esperienza alquanto lunga. La creazione di un conto per un venditore che vuole ricevere i pagamenti nel suo negozio con i Bitcoin è un altro compito kafkiano, assediato dalla burocrazia. Tuttavia, è possibile impostare un indirizzo bitcoin in pochi secondi, senza rispondere a stupide domande e senza dover pagare commissioni di alcun tipo.

È totalmente anonimo

È possibile inviare e ricevere i Bitcoin con degli indirizzi alfanumerici, senza il bisogno di dover inserire il proprio nome, cognome, email o altre informazioni personali.

È totalmente trasparente

Il Bitcoin riesce ad essere anonimo, ma allo stesso tempo trasparente. Il bitcoin memorizza i dettagli di ogni singola transazione che è avvenuta all’interno della rete in un file di contabilità generale (di svariati gigabyte), denominato blockchain. La blockchain contiene tutte le transazioni del Bitcoin dal 2009 ad oggi.

Se si dispone di un indirizzo bitcoin pubblicamente utilizzato, chiunque può sapere quanti bitcoin vengono archiviati su quell’indirizzo.

Ci sono misure che le persone possono prendere per rendere le loro attività più opache all’interno della rete bitcoin, sebbene non utilizzino gli stessi indirizzi bitcoin in modo coerente e non trasferiscano molti bitcoin su di un unico indirizzo.

Le commissioni di transazione sono molto piccole

La banca potrebbe richiedere anche decine di euro per un bonifico internazionale. Con il Bitcoin invece le commissioni sono sempre molto piccole.

È veloce

Con il Bitcoin le transazioni sono istantanee e vengono confermate nel giro di qualche minuto, non appena il network del Bitcoin avrà processato il pagamento.

Non è reversibile

Non è possibile “invertire” i pagamenti come funziona con PayPal. Quando i Bitcoin vengono inviati, non c’è modo per riottenerli, a meno che il destinatario non li reinvii automaticamente, sono andati per sempre.

Come ottenere bitcoin

Come si ottengono i Bitcoin? Il modo migliore per ottenere i Bitcoin è quello di registrarsi attraverso una delle piattaforme di trading disponibili (vedi tabella) e comprarli a zero commissioni.

Si tratta di ottime soluzioni in termini di commissioni, ventaglio di soluzioni (tutti con numerose criptovalute disponibili per il trading) e regolamentazione europea (tutti regolati CySEC).

Piattaforma💻 Vantaggi 💎 Dep. min. 💶 Inizia👍
Fino a X5 leva criptovalute 100 € Apri conto
Grande assortimento di Altcoin 100 € Apri conto
Fondi di investimento criptovalute 200 € Apri conto
Fondi di investimento criptovalute 100 € Apri conto

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento