News

Coinsecure Truffa: parte il rimborso da 3.5 milioni di dollari

In queste ore Coinsecure sta iniziando il processo di rimborso dopo la truffa da ben 3.5 milioni di dollari criptovalute.

Nel mondo delle criptovalute, la sicurezza è senza dubbio merce molto rara, e anche un exchange estremamente famoso come Coinsecure, non è riuscito a bloccare i tentativi di hacking.

Coinsecure è un exchange indiano, che ha visto perdere 3.5 milioni di dollari in criptovalute durante lo scorso mese, oggi l’azienda è finalmente pronta ad iniziare il risarcimento ai vari utenti. L’exchange ha iniziato la fase di risarcimento per i propri utenti, inviando email individuali ai clienti truffati, affermando che può adesso incominciare il processo di rimborso.

È inoltre importante sottolineare che, come riportato da numerosi utenti, sul sito internet non è stata riportata alcuna notizia. Gli utenti hanno ricevuto soltanto delle email.

Come riportato da moltissimi utenti, le email non sono state inviate in massa, e molti utenti devono ancora riceverle.

Sembra che Coinsecure abbia inoltre anche sbloccato il pannello di trading, dove gli utenti possono liberamente accedere alla piattaforma di trading. Il pannello non era disponibile da quando lo scambio è stato violato. Sembra anche che il pannello sia aperto agli utenti che non hanno ancora ricevuto l’e-mail con le istruzioni per il rimborso.

In precedenza, Coinsecure ha affermato di non essere in grado di avviare la procedura di rimborso per colpa di un’indagine in corso da parte delle autorità.

A causa del coinvolgimento da parte delle autorità, è estremamente interessante che lo scambio necessiti di copie fisiche dell’ultimo deposito delle dichiarazioni dei redditi insieme ai documenti KYC.

Le autorità fiscali in India sono note per effettuare frequenti incursioni all’interno delle borse di criptovaluta in India, alla ricerca di informazioni su investitori e operatori di criptovaluta, inclusi i conti bancari da loro utilizzati e i loro dettagli sulle transazioni di crittomonete.

Subito dopo che avvenne l’hacking il 9 Aprile, la piattaforma di Coinsecure decise di incolpare il capo della sicurezza del sito. Inoltre, mentre le investigazioni continuano, non ci sono state delle prove ufficiali sul recupero dei fondi.

Migliori piattaforme per investire in Criptovalute

Coinsecure non era una piattaforma di trading regolamentata, e quindi non ha consentito ai clienti della piattaforma di risultare protetti. Purtroppo per questi utenti è finita malissimo, e sono mesi che attendono il proprio rimborso. Ecco le migliori piattaforme autorizzate e regolamentate per investire in Ethereum senza rischi:

Piattaforma Vantaggi Dep. min. Inizia
Piatt. professionale 100 € Apri conto
Segnali di trading 250 € Apri conto
Social trading 200 € Apri conto
25 euro in regalo 100 € Apri conto
12 criptovalute 10 € Apri conto

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento