News

Coinbase denunciato da ONG Israeliana per le donazioni ad Hamas con Bitcoin

Coinbase si trova nuovamente nei guai, l’exchange di criptovalute statunitense si trova nel bel mezzo di un incidente diplomatico dopo che una ONG per i diritti civili israeliana ha sporto denuncia contro l’exchange, che avrebbe abilitato le donazioni ad Hamas tramite Bitcoin.

Come molti di voi sapranno, Hamas è un’organizzazione palestinese di carattere politico e paramilitare considerata ufficialmente organizzazione terroristica da alcune nazioni nel mondo. Da sempre Hamas si è scontrata con Israele, in quello che è ancora oggi uno dei conflitti più lunghi e sanguinosi di sempre: Israele e Palestina. Queste due popolazioni (ebrei di Israele e Arabi palestinesi) in pratica, vogliono la solita terra, e negli anni è stato estremamente difficile trovare un compromesso.

Tornando alla news, l’ONG per i diritti civili israeliani dopo aver scoperto il fatto, ha quindi inviato una lettera a Coinbase, nel tentativo di fermare le abilitazioni di donazioni BTC verso Hamas.

Bitcoin Hamas Finanziamento

Hamas e i finanziamenti in Bitcoin

L’ONG Shurat Hadin ha rilasciato il seguente comunicato:

Di recente è giunto alla nostra attenzione che il famigerato gruppo terroristico palestinese Hamas, attualmente gestisce un conto con Coinbase, Inc. (” Coinbase “), attraverso il quale accetta donazioni. Pertanto, sto scrivendo per notificare a Coinbase che fornire consapevolmente supporto materiale o risorse a Hamas è una violazione della legge penale federale degli Stati Uniti e chiedere a Coinbase di chiudere immediatamente tutti gli account e i servizi forniti ad Hamas.

Hamas attualmente occupa la striscia di Gaza, che si trova al confine tra Israele a nord e ad est, e la penisola del Sinai a sud. Hamas è considerata una organizzazione terroristica dagli Stati Uniti, da Israele e dall’Unione Europea [UE].
Hamas da anni attacca il confine meridionale di Israele, utilizzando principalmente missili.

Alla fine di gennaio, l’Agence France-Presse [AFP] ha riferito che l’organizzazione terroristica, che ha visto il declino dei suoi fondi durante questi ultimi mesi, adesso è in grado di accettare le donazioni in Bitcoin, come confermato da un portavoce dell’ala militare di Hamas Izz el-Deen al-Qassam.

Il portavoce militare di Hamas ha dichiarato:

Sostieni la resistenza finanziariamente attraverso la valuta bitcoin

Come da legge USA, che Coinbase deve assolutamente rispettare, qualsiasi transazione con le organizzazioni terroristiche viola l’Atto contro il Terrorismo del 1995. Altri sistemi di pagamento online come PayPal hanno precluso i propri servizi a quelli che avevano intenzione di finanziare l’organizzazione Palestinese.

I Termini di servizio di Coinbase [ToS] sono stati senza dubbio violati se Hamas dovesse aver ricevuto finanziamenti a causa dell’incapacità dell’exchange di impedire il flusso di tali donazioni. Le regole di sospensione, risoluzione e cancellazione di Coinbase indicano chiaramente che l’exchange può limitare o terminare i servizi Coinbase o disattivare l’account dell’utente se c’è il sospetto di finanziamento del terrorismo, frode o qualsiasi altro crimine finanziario.

Secondo un rapporto pubblicato da Globes, un quotidiano finanziario israeliano, Hamas ha ricevuto $ 2.500 in donazioni di Bitcoin da parte di una fonte anonima in una città nella striscia di Gaza, indicando che tali donazioni non hanno un successo universale come avrebbero invece sperato.

Nonostante l’opinione generale delle persone sia che le criptovalute vengono utilizzate per scopi truffaldini, numerosi report indicano che non è così. Europol nel 2018 affermò che le principali criptovalute non erano state utilizzate per finanziare attacchi di terrorismo.

Investi nel Bitcoin senza commissioni

Con la piattaforma di trading eToro è possibile investire in vari modi nel mercato del Bitcoin. Questo broker consente di operare nel mercato del Bitcoin per mezzo dei CFD, acronimo di Contratti per Differenza. Con questo strumento finanziario è possibile investire nel Bitcoin senza commissioni al rialzo oppure al ribasso.

Il Bitcoin si muove seguendo dei trend, questi però non sempre sono positivi. Il mercato potrebbe anche crollare o cambiare trend, andando al ribasso. Con eToro è possibile sfruttare qualsiasi movimento, ottenendo quindi profitti sia quando il mercato sale che quando scende.

eToro è una piattaforma regolamentata CySEC e registrata CONSOB (regolamentazioni e registrazioni che Coinbase non possiede), attiva dal 2007. Questo broker consente anche di usufruire di un portafoglio di criptovalute denominato “eToro Crypto Wallet”, molto apprezzato per inviare, ricevere e conservare le criptovalute come Bitcoin, Ripple, Ethereum e molte altre ancora.

Clicca qui per aprire il tuo conto gratuito con eToro

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento