News

Chainlink e Tezos in mano agli orsi, è un’opportunità?

Dopo un periodo di consolidamento ora il mercato vede Chainlink e Tezos in mano agli orsi. La fase di stallo per Bitcoin prosegue: la criptoregina continua a occupare la prima posizione di mercato senza la capacità però di spostarsi dal livello di prezzo attuale, che staziona intorno ai 9.500 $.

Il resto del mercato delle criptovalute di conseguenza ha visto un graduale assestamento, con lunghe giornate di movimenti laterali. Nelle ultime ore però, per alcuni nomi anche importanti, hanno preso piede alcune azioni di prezzo al ribasso. Terminato il galleggiamento, quindi, nomi come Chainlink e Tezos stanno iniziando a subire una pressione crescente da parte degli orsi.

Vediamo allora cosa è successo in queste ore per le due altcoin, analizzando i movimenti di prezzo e gli indicatori tecnici per verificare i margini e le opportunità di investimento. Gli strumenti che prendiamo in considerazione sono quelli offerti dai migliori broker presenti sul mercato italiano. Un nome? eToro.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: investous
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Chainlink e Tezos in mano agli orsi: LINK

    Quando parliamo di Chainlink parliamo di una delle altcoin che durante il 2019 ha saputo offrire la migliore redditività. In questo momento però sta avvertendo in maniera piuttosto decisa la contrazione in conseguenza dello stallo di Bitcoin. In questo mese prima LINK è sceso al di sotto della quota 4 $, per trovare poi un brevissimo slancio al rialzo che l’ha portata fino a 4,14 $. Al momento della stesura di questo articolo il prezzo è tornato a 4 $, facendo registrare un calo del 7,8% negli ultimi sette giorni.

    Dal momento in cui è caduto dal triangolo discendente, il prezzo di LINK è stato in una fase di correzione. La compressione che ha coinvolto la valuta nella giornata odierna ha fatto sì che il cuneo comportasse un calo del prezzo al di sotto del precedente livello di supporto a $ 4,01. Guardando all’analisi tecnica, l’indicatore MACD vede la linea del segnale al di sotto dello 0, come ad indicare una prospettiva leggermente ribassista. Questa dovrebbe prendere il via una volta che il cuneo si sarà spento.

    Chainlink, che si presenta come l’anello mancante tra i dati “tradizionali” e la tecnologia blockchain, potrebbe vedere il proprio status evolutivo messo in discussione da BandChain, che recentemente ha ricevuto un finanziamento di ben 3 milioni di dollari da Sequoia India.

    Andamento dei prezzi di Chainlink

    Chainlink e Tezos in mano agli orsi: XTZ

    L’undicesima criptovaluta più grande sul mercato, con prestazioni analoghe a Chainlink e Stellar, è in una situazione abbastanza difficile. Da quando Tezos è rimbalzata a 2,5 $ per saltare poi subito a 2,76 $, il prezzo è entrato in un cuneo.

    Al momento della scrittura di questo articolo, Tezos veniva scambiata a 2,64 $, un prezzo molto vicino al livello di supporto individuato a 2,61 $. XTZ nell’ultima settimana è andata incontro a un calo drastico, che in serata arrivava al 9,9 %. Dal punto di vista degli indicatori tecnici, l’RSI (o indice di forza relativa), dopo essere sceso sotto 10 in data 11 giugno è tornato ora su un range definibile normale.

    Tezos insieme ad altre monete PoS e DPoS (ossia Delegated Proof of Stake) stanno beneficiando del passaggio di Ethereum al protocollo PoS. Questo si distingue dal PoW perché richiede ai propri utenti di dimostrare il possesso di un certo ammontare di criptovaluta. Di recente, Thomas Heller di F2Pool, il più grande pool di mining Bitcoin, ha dichiarato la creazione di una derivazione chiamata stake.fish per offrire staking per monete come XTZ.

    Andamento dei prezzi di Tezos

    Strategie operative

    Finché la situazione in vetta non si sbloccherà, non sembrano esserci prospettive di crescita per le criptovalute alternative. Gli indicatori tecnici che abbiamo considerato per Chainlink e Tezos rispecchiano fedelmente quello che è l’andamento di queste ore, mostrando come lo stallo abbia fatto sì che le valute minori esaurissero la propria inerzia per il consolidamento.

    Di conseguenza ha preso piede una graduale erosione, che ha trovato sempre maggiore velocità con il passare del tempo e che necessita di un’inversione di tendenza quanto prima. Nel frattempo però il ribasso è all’orizzonte, motivo per cui gli strumenti più indicati per investire sono i CFD short. In questo modo è possibile trarre profitto anche dai cali di LINK e XTZ, avendo cura di seguire i livelli di supporto attuali.

    Tra tutte le piattaforme che mettono a disposizione questo strumento, il broker più sicuro e affidabile è sicuramente eToro, in quanto semplice, intuitivo e in possesso di tutte le certificazioni necessarie.

    Negozia le criptovalute su eToro con i CFD gratuiti
    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Fabio Bianchi

    Laureato in Economia e Commercio. Esperto di finanza online dal 2007. Trader dal 2010. Appassionato di Bitcoin ed Ethereum.

    Lascia un Commento