News

Chainlink: analisi del prezzo aggiornata al 25 marzo

Sebbene Bitcoin abbia raggiunto il suo massimo storico nelle classifiche solo di recente, la settimana precedente ha visto il valore della criptovaluta crollare. Con BTC che scende fino a $ 51k nelle classifiche, comprensibilmente, anche altcoin come Chainlink [LINK] hanno visto una significativa azione ribassista sui prezzi.

Con una capitalizzazione di mercato di $ 10,35 miliardi, Chainlink era stato spinto all’undicesima posizione nell’elenco di CoinMarketCap. Al momento della scrittura dell’articolo, l‘altcoin veniva scambiato a $ 24,91, con l’alt che cercava di trovare una certa stabilità nei grafici.

Prima di procedere con l’analisi del prezzo di Chainlink, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute, in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Prezzo Chainlink: attuale situazione

Il prezzo di LINK  ha registrato una tendenza sempre più bassa nell’ultima settimana. In effetti, l’asset digitale veniva scambiato sopra i $ 30 dopo l’impennata registrata il 17 marzo. Tuttavia, il mercato non è stato in grado di mantenere il suo prezzo elevato prima che le correzioni arrivassero alla fine.

Inoltre, negli ultimi giorni, l’escalation di vendite ha spinto ulteriormente verso il basso il cripto-asset, con LINK che ha infranto diversi livelli di supporto. Al momento della scrittura, LINK era vicino al livello di supporto a $ 24, un livello che non è stato violato da febbraio.

Il 25 marzo il prezzo di LINK è sceso del 15% in sette ore, un calo che non solo ha spinto la volatilità del mercato, ma ha anche spinto l’asset digitale nella zona di ipervenduto.

Le bande di Bollinger si sono discostate quando il prezzo ha iniziato a crollare da $ 27, mentre la linea di segnale è rimasta sopra le candele. Al momento in cui scriviamo, le bande sono rimaste divergenti, un dato che ha indicato che anche se il prezzo stava cercando di trovare un terreno stabile, il mercato è rimasto estremamente volatile.

Inoltre, anche la media mobile 50 è rimasta al di sopra delle barre dei prezzi, evidenziando la tendenza al ribasso del prezzo.

Anche l’indice di forza relativa è sceso sotto i 30, suggerendo che LINK era ipervenduto. Il valore dell’RSI è presto salito a 38, tuttavia, con lo stesso tentativo di raggiungere l’equilibrio, al momento della stampa. Va notato però che lo slancio è stato parziale verso i ribassisti del mercato.

Considerazioni finali

Il prezzo di Chainlink ha cercato di consolidarsi intorno a $ 24,50 dopo il suo tremendo calo. Tuttavia, la volatilità e la pressione di vendita erano elevate, rendendo difficile la nozione di stabilità dei prezzi. Se la pressione di vendita aumenta ancora di più, potremmo assistere alla violazione di LINK del suo forte livello di supporto.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento