News

Bitcoin: stazionario fino a luglio. Poi arriverà il grande rialzo?

Il Bitcoin è in stato di grazia. I volumi di ricerca di questa criptovaluta sono tornati ad altissimi livelli, mentre invece il prezzo si sta timidamente risollevando. In casi come questo, dove la fase ribassista sembra essere terminata per fare spazio ad un’altra rialzista, ci potremmo trovare di fronte ad una fase di accumulazione da parte degli investitori.

Per chi non lo sapesse, la fase di accumulazione è la prima in un trend a lungo termine. Ecco le altre fasi:

Fase di Accumulazione

Fase di Accumulazione

Come è possibile osservare, il periodo di accumulazione avviene dopo che i prezzi si sono mossi al ribasso per diversi mesi. Nonostante il Bitcoin abbia avuto un grande rally durante questa settimana, il mercato si trova addirittura del 75% più in basso dai suoi massimi storici.

Dare uno sguardo ai precedenti periodi di accumulazione consente di capire quando il Bitcoin si muoverà nuovamente in un trend rialzista.

Periodo di accumulazione 2014-2015 (200 giorni)

L’ultima volta che il mercato del Bitcoin ha attraversato un periodo simile è stato nel 2014 e nel 2015, quando il mercato si mosse in maniera similare al 2018, portando poi gran parte degli investitori a sbarazzarsi del mercato.

Il Bitcoin in quegli anni scese dal livello di 1130 dollari verso la quotazione dei 200 dollari, in un pattern che ricorda moltissimo ciò che è accaduto l’anno scorso.

Periodo di accumulazione 2014-2015 (200 giorni)

Periodo di accumulazione 2014-2015 (200 giorni)

Durante quella fase ribassista, il periodo di accumulazione si aggirò intorno ai 200 giorni, da gennaio ad agosto del 2015. Dopo questa fase, il Bitcoin ha iniziato a muoversi nuovamente al rialzo nel 2016 e nel 2017, aumentando di quasi il 10000% per arrivare poi a toccare il suo picco storico nei mesi di Dicembre-Gennaio.

Se diamo uno sguardo al grafico di prezzo di BTC/USD, il mercato potrebbe trovarsi adesso nel bel mezzo di una fase di accumulazione, proprio come avvenne nel 2015.

Se questo pattern dovesse ripetersi ancora una volta, il prezzo potrebbe continuare a rimanere stazionario fino al luglio del 2019, per iniziare il movimento rialzista subito dopo.

Investire sul Bitcoin (senza sorprese)

Il Bitcoin si trova in una fase estremamente positiva. Tuttavia non bisogna perdere la calma, evitando prima di tutto di investire “a caso” in questo mercato. La scelta della piattaforma è fondamentale per evitare le truffe.

Chi desidera investire sul Bitcoin (senza fregature) dovrebbe selezionare piattaforme autorizzate e regolamentate. Perché queste piattaforme? Perché questi broker, prima ancora di erogare i loro servizi al pubblico, devono richiedere un’autorizzazione preventiva alle autorità di vigilanza europea (CONSOB per l’Italia).

Una piattaforma autorizzata rispetta appieno le entità di investimento offrendo quindi lo stesso livello di affidabilità, sicurezza e trasparenza di una banca.

La maggior parte delle migliori piattaforme autorizzate e regolamentate per investire sul Bitcoin e le altre criptovalute, come 24option o eToro, sono piattaforme che esistevano addirittura già prima dell’arrivo di Bitcoin e che oggi consentono di investire non solo sulle crypto, ma anche su molti altri mercati come materie prime, azioni, valute, ETF, indici, ecc…

Per esempio, la piattaforma di trading 24Option (clicca qua per il sito ufficiale) è l’esempio più chiaro di una piattaforma sicura, regolamentata e facile da utilizzare. Con questo broker è possibile investire al rialzo o al ribasso senza commissioni sulle principali criptovalute: Bitcoin, Ethereum, Ripple e molte altre ancora.

24Option è un broker anche votato alla formazione dell’utente. Gli iscritti ricevono gratuitamente l’assistenza via telefono di un esperto del trading, disponibile tutto il giorno a guidare l’utente verso il successo. È disponibile poi anche un ebook di trading gratuito (clicca qua per scaricarlo), che spiega per filo e per segno come guadagnare sul Bitcoin e gli altri mercati delle criptovalute. L’ebook è fruibile anche da chi non è cliente del broker.

Tra le migliori piattaforme, segnaliamo poi anche eToro (clicca qua per visitare il sito ufficiale). Questo broker non è soltanto una piattaforma di investimento e trading ma è anche il primo social investment network al mondo, composto da veri investitori. Con questa piattaforma è possibile copiare alla perfezione le mosse dei migliori trader, e guadagnare in base al rendimento del trader copiato. Clicca qua per saperne di più sul CopyTrading (marchio brevettato) di eToro.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento