News

Bitcoin sopra i 24.000$: cosa succede al BTC?

Prendendo come riferimento il grafico delle ultime ore, è possibile constatare un Bitcoin sopra i 24.000$, ossia un valore che la criptovaluta ha già ottenuto in questo avvio del 2023, ma che aveva di recente perso dopo un trend mediamente al ribasso.

Nelle ultime settimane, il mondo delle criptovalute è stato messo a dura prova e secondo gli esperti ci saranno molti altri avvenimenti importanti, che porteranno o meno influenza sugli andamenti delle maggiori crypto mondiali.

La SEC e le autorità affini, stanno ad esempio continuando i loro controlli sul settore, cercando di capire come rendere lo stesso migliore e più controllato. Anche la chiusura di LocalBitcoins ha creato turbolenze, senza tuttavia influire più di tanto sulla quotazione del BTC.

Cerchiamo quindi di comprendere a fondo quali aspetti avrebbero portato il Bitcoin a recuperare terreno con un rialzo superiore all’8% nel giro di poche ore. Prima di ciò, ricorda che puoi sempre investire sul BTC utilizzando piattaforme professionali e controllate, come eToro.

Con lo stesso hai subito accesso ad un listino di asset completo, dove puoi selezionare il Bitcoin, valutarlo a tua discrezione e piazzare la strategia in pochi click. Puoi partire sia dalla modalità di prova, senza limiti, sia con un conto reale, con deposito minimo da 50€.

Clicca qui per iscriverti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Bitcoin sopra i 24.000$: ecco le variazioni dell’asset

Scendendo nel dettaglio, per approfondire il Bitcoin sopra i 24.000$, è bene partire dal principio e focalizzare l’attenzione sulle ultime variazioni dell’asset. Per fare ciò è opportuno impostare un grafico con timeframe settimanale e constatare le evoluzioni del token.

Nella giornata del 9 febbraio, un solo Bitcoin poteva ancora essere acquistato per 22.680 dollari – un valore sostituito da una brusca correzione nelle ore successive. L’11 febbraio, la quotazione della criptovaluta era scesa sotto il livello dei 22.000$.

Ciò aveva mostrato una supremazia dei venditori rispetto agli acquirenti ed un sentiment generale più pessimistico sulle sorti del token. Dall’11 febbraio al 14 febbraio, la criptovaluta non è più riuscita a sfondare il muro dei 22.250 dollari per unità.

Il trend successivo, è invece stato esplosivo, con il prezzo del BTC in forte recupero in un range giornaliero, ossia a 24 ore. Nelle prime ore della giornata odierna, ossia 16 febbraio 2023, l’aumento intraday del Bitcoin al momento attuale segna un +10,6% su base totalitaria.

Secondo il sito informativo autorevole CoinGecko, per comprare 1 Bitcoin sono attualmente richiesti 24.605 dollari circa. Il superamento dei 24.400 dollari rappresenta il punto più alto, chiamato in gergo tecnico “ATH”, dall’agosto del 2022.

Ricordiamo per completezza ulteriori dati aggiornati sulla criptovaluta. Il livello di capitalizzazione, si assesta a 474.696.036.868 dollari (prima posizione per market cap). Il volume sugli scambi nelle 24 ore, è invece pari a 48.177.538.927 dollari, con una dominance complessiva al 40,763%.

Rialzo del Bitcoin: quali sono le possibili cause?

Esperti ed analisti hanno sin da subito cercato di comprendere quali potrebbero essere le possibili cause dietro al pump, ossia al rialzo della criptovaluta. La ripresa del mercato crypto è sicuramente uno degli aspetti più adocchiati, visti i grandi rialzi già a partire da gennaio 2023.

Curioso sottolineare, come il rialzo sia stato registrato in un periodo molto particolare per il Bitcoin, che ha visto l’ecosistema proporre al suo pubblico diversi aggiornamenti importanti, come ad esempio SegWit e Taproot.

Il nuovo trend sembrerebbe a tal proposito puntare ad un nuovissimo approccio sulla blockchain del Bitcoin, incentrato sulle inscription degli Ordinals. Il loro traguardo, oltre i 100.000 nella giornata di martedì, ha fin da subito sottolineato le potenzialità dell’innovazione integrata.

Esistono tuttavia molte altre considerazioni esposte dagli analisti. Un’ulteriore aspetto analizzato, è ad esempio stato il massiccio controllo delle autorità (soprattutto della SEC), su token che utilizzano lo staking, su stablecoin ed altre tipologie di risorse.

Ciò che è possibile chiedersi, è quindi se gli investitori, spaventati in modo massiccio da questi eventi su altre altcoin (non BTC), abbiano riversato le proprie posizioni sul Bitcoin, spostando essenzialmente una parte considerevole delle loro risorse sulla crypto a maggior market cap.

Nel frattempo, i servizi di staking sembrerebbero quelli presi maggiormente nel mirino delle autorità. Nella scorsa settimana, la Securities Exchange Commission, ha ad esempio afflitto a Kraken una multa da ben 30 milioni di dollari, dopo indagini sul suo servizio di staking.

Note finali

Riuscirà il Bitcoin a superare anche il livello dei 25.000 dollari nelle prossime ore? Ancora presto per dirlo, soprattutto alle luce dei precedenti andamenti, che hanno mostrato estrema volatilità dell’asset, con variazioni al rialzo ed al ribasso significative.

Fare previsioni sul Bitcoin è effettivamente molto complesso, poiché i fattori di influenza da dover considerare sono numerosi e le imprevedibilità del mercato devono sempre essere considerate su qualsiasi analisi.

Mai come in questo caso, è quindi fondamentale restare continuamente aggiornati ed imparare in autonomia a studiare il proprio token di interesse. Piattaforme di investimento crypto professionali, come ad esempio eToro, ti garantiscono grafici in tempo reale e decine di indicatori.

Con una rapida registrazione puoi subito investire sul Bitcoin con diverse modalità operative, comprando l’asset in modo fisico e diretto, oppure negoziando con contratti per differenza, per aprire posizioni al rialzo ed al ribasso (con la vendita allo scoperto).

Tutto ciò su una piattaforma rapida, facilissima da utilizzare e adatta a tutte le tipologie di utenti. Puoi comodamente iniziare con un conto demo, con 100.000 dollari virtuali, gestibile anche tramite la pratica app per dispositivi mobili.

Vai qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento