News

Bitcoin regge sopra i 20.000: altre altcoin in recupero

Bitcoin regge sopra i 20.000 dollari per unità, mostrando al momento di questa stesura un valore molto vicino ai 20.300 dollari. Nonostante le recenti difficoltà ed un mercato non proprio dei più propositivi, la linea dei 20.000 dollari non violata è un aspetto considerevole.

È vero, siamo abituati ad un Bitcoin molto più performante, ma quando le ostilità e l’ampia volatilità del mercato ne fanno da padrona, anche andamenti in mantenimento, senza ulteriori declini dell’asset, possono significare molto per gli appassionati del re delle criptovalute.

Nel corso delle ultime 24 ore, diverse altcoin (termine utilizzato per indicare essenzialmente criptovalute diverse dal Bitcoin) avrebbero evidenziato recuperi non da poco. L’aumento dei prezzi di alcune crypto ha così permesso all’intero mercato di recuperare sul livello di market cap.

La capitalizzazione complessiva avrebbe nuovamente ottenuto il traguardo (già più volte raggiunto in passato) di 1 trilione di dollari. Fra tutti gli asset, uno dei più analizzati da esperti ed analisti sarebbe stato Celsius (CEL). Scopriamo perché.

Prima di continuare, ricorda che puoi sempre individuare tutte le principali criptovalute mondiali su broker professionali e con licenza, come ad esempio eToro. Con lo stesso puoi iniziare comodamente con un account demo, o caricare un piccolo deposito, da soli 50 euro.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Bitcoin regge sopra i 20.000 dollari, mentre gli occhi sono puntati anche sul token CEL

Partendo dal Bitcoin che regge sopra i 20.000 dollari, è bene ricordare come l’asset (nel corso delle precedenti giornate) abbia più volte mostrato la rottura di questa singolare linea, considerata ormai ampiamente psicologica dalla maggior parte degli analisti ed esperti.

Una seconda quota molto discussa, sarebbe invece quella dei 19.500. Raggiunta per diverse volte, ha funto prettamente da linea di supporto, visti i mancati ribassi su punti più bassi. Gli appassionati si chiedono quindi se un nuovo supporto sia o meno stato spostato proprio sul livello dei 20.000 dollari.

In tutto il complesso panorama crittografico mondiale, i proiettori sarebbero tuttavia stati puntati anche su altre specifiche altcoin, come ad esempio Celsius (CEL). La stessa avrebbe evidenziato i dati più anomali dell’interno mercato, almeno nel corso delle ultime ore.

In un mercato relativamente piatto, con molti asset in timido recupero, il token CEL ha effettivamente sbalordito gli esperti, mostrando una crescita netta del circa 28% (in un range temporale giornaliero). Ciò gli ha permesso di incrementare notevolmente il proprio market cap.

Cosa dire sulle altre altcoin? Come anticipato in precedenza, percentuali positive sono state registrate sui principali siti informativi del settore anche da altri token. Più nello specifico, dopo le increspature del mercato, la seconda criptovaluta più capitalizzata al mondo (Ethereum) punterebbe ai 1.600 dollari, dopo un recupero del circa 3,2% su base giornaliera.

Buone notizie anche per il token ATOM, con una flessione in aumento pari al circa 8% (sempre in un lasso temporale a 24 ore). Timide salite anche per altri strumenti, come ad esempio XRP, SOL, ADA, ETC e DOT.

Note finali

Tutte le criptovalute ad elevata capitalizzazione, possono ad oggi essere individuate all’interno di broker professionali e regolamentati, che ti permettono di accedere al mercato in pochi istanti e di piazzare in autonomia la tua strategia.

Grazie alla presenza di numerosi strumenti tecnici ed analitici, puoi anche constatare il valore dell’asset attimo dopo attimo, nonché il livello di capitalizzazione e tantissimi altri parametri rilevanti. Fra i broker più conosciuti, ovviamente con licenza, troviamo eToro.

È una piattaforma funzionale e con una gestione altamente semplificata. Una delle caratteristiche distintive, a differenziarla rispetto ad altri operatori, è la possibilità di poterla utilizzare in due diversi modi, sulla base delle proprie propensioni operative:

  • come exchange diretto, per comprare criptovalute reali e “fisiche”, conservandole successivamente all’interno di un pratico wallet con chiavi private;
  • come broker di CFD, per negoziare in entrambe le direzioni con contratti per differenza, senza possedere alcuna moneta digitale.

A tutti gli iscritti è garantito l’accesso all’account demo, che non ti obbliga ad alcun deposito iniziale. La modalità reale, richiede invece l’aggiunta di un deposito minimo molto basso (anche a partire da 50 euro), che può essere immesso con tanti sistemi di pagamento, fra i quali PayPal, Skrill, carta, bonifico e molto altro ancora.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento