News

Bitcoin prossima frontiera delle Banche Centrali? Ecco perché è possibile

Sarà il Bitcoin la prossima frontiera della Banche Centrali? Diversi investitori se lo stanno chiedendo, soprattutto in seguito la recente corsa all’oro.

Il Dollaro sembra perdere il suo status di valuta rifugio ed il Bitcoin potrebbe inserirsi.

Bitcoin prossima frontiera della Banche Centrali?

Secondo una dettagliata analisi del Financial Times, le Banche Centrali hanno accumulato molto oro in questa prima metà del 2019. La Russia, ad esempio, poche settimane fa ha acquistato 20 milione di tonnellate. Ad oggi, possiede ben 100 miliardi di Dollari in riserve aurifere. Altre Banche Centrali hanno fatto la stessa cosa, seppur in quantità inferiore.

Nel complesso, le Banche Centrali mondiali hanno acquistato oro per un valore di $15 miliardi, solo in questi primi mesi del 2019. Sebbene questi $15 miliardi rappresentano solo lo 0.2% della capitalizzazione complessiva del metallo prezioso, questa “corsa all’oro” è uno dei più grandi eventi di accumulazione della storia. Questo fenomeno è avvenuto in contemporanea con la liquidazione delle posizioni aperte sul Dollaro USA.

Insomma, Banche Centrali ed investitori istituzionali hanno liquidato il Dollaro per acquistare oro. Quali effetti? Secondo il noto investitore Anthony Pompliano la motivazione risiede in una serie di incertezze dovute all’economia globale ed interna (per gli States). Ecco le principali:

  • Rischio di trovarsi in una posizione sfavorevole in seguito la guerra dei dazi con la Cina
  • Crollo del settore bancario Europeo
  • Debito sovrano eccessivo in molti Stati

Quale prospettiva per le Banche Centrali? Mister Pompliano ha un’idea interessante al riguardo. A suo avviso, con il Dollaro che perderà il suo Status di riserva di valore, potrebbe toccare al Bitcoin sostituirlo.
Quali i vantaggi del Bitcoin? Dal punto di vista dell’investimento puro, il Bitcoin ha molto più senso rispetto al Dollaro. Le motivazioni:

  • Il Rischio:Rendimento del Bitcoin di gran lunga superiore a USD
  • Quello che viene definito “profilo rialzato asimmetrico non correlato”, quindi slegato da rischi macroenomici
  • L’offerta di Bitcoin è prevedibile, inflazionistica e tracciabile grazie alla Blockchain

Negoziare il Bitcoin sui mercati: Il conto Demo.

Iniziamo con l’affermare che in settimana abbiamo dato indicazione ai nostri lettori di aprire un CFD rialzista sul Bitcoin con Take Profit $10.500. Ebbene, soprattutto dopo il taglio dei tassi da parte della FED, la quotazione del Bitcoin è schizzata oltre i $10.000 confermando in pieno la nostra previsione!

Attualmente, naviga intorno ai $10.500 consolidando il supporto e preparandosi per nuovi rialzi. Come anticipato nei giorni scorsi, affidabili studi sulle analisi storiche indicano un probabile rally rialzista a partire proprio da Agosto. Il target? Difficile prevederlo, alcuni si sono spinti ad affermare che BTC toccherà $370.000. Realtà o utopia?

I Trader che vorranno mettersi alla prova potranno richiedere gratuitamente un Account Demo su ForexTB ed iniziare a testare le strategie operative con il Bitcoin. Questo conto Demo non ha vincoli e non ha scadenza. Permetterà di replicare fedelmente l’operatività vera e propria.

Insomma, un ottimo modo per prendere confidenza con il trading sul Bitcoin.

Iscriviti su ForexTB e richiedi la tua Demo gratuita.
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Rosa Cioni

Laureata in Economia e Commercio. Mi occupo di articoli di news sul trading online, finanza ed economia.

Lascia un Commento