News

Bitcoin, le previsioni 2023 dei maggiori analisti del settore

Pubblicato: 4 Gennaio 2023 di Francesco

Con gennaio appena entrato ed un 2022 chiuso definitivamente, gli appassionati del settore si chiedono quali potrebbero essere le previsioni Bitcoin nel 2023. L’anno ormai passato è stato sicuramente uno dei più delicati in assoluto.

Le previsioni che vedevano il Bitcoin a 100.000 dollari entro il mese di dicembre sono state ampiamente confutate, con un BTC in continua lotta per mantenere il suo prezzo almeno sopra l’asticella dei 20.000 dollari per unità.

In un contesto così delicato, che ha visto il Bitcoin scendere dal suo punto di massimo, che ricordiamo essere superiore ai 67.000 dollari, diventa molto complicato per gli analisti stimare ipotetiche previsioni e raccomandazioni di prezzo.

Vediamo quindi di focalizzare l’attenzione su alcune delle possibili previsioni ottimistiche da parte degli esperti ed altrettante meno ottimistiche. Prima di ciò, ricorda che puoi sempre individuare ed analizzare in autonomia l’andamento del Bitcoin su piattaforme professionali, come eToro.

Con la stessa puoi accedere subito ad un ottimo grafico in tempo reale e conoscere le variazioni di prezzo, così come il volume sugli scambi nelle ultime ore, il livello di capitalizzazione di mercato e molti altri parametri. Approfitta inoltre del conto demo, senza alcun limite di tempo.

Clicca qui per iscriverti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Previsioni Bitcoin 2023: 5 ipotesi dagli analisti

Le previsioni Bitcoin 2023 sono molto delicate e come ogni anno si creano sempre diverse scuole di pensiero contrastanti. I due grandi ideali sono tuttavia sempre gli stessi:

  • da una parte chi crede ancora che il Bitcoin arriverà a prezzi stratosferici;
  • dall’altra, chi invece crede che il Bitcoin non abbia più grosse speranze di ripresa.

Tim Draper è uno degli analisti più ottimisti sul futuro del Bitcoin, da sempre schietto e diretto su possibili target price. Durante recenti interviste, ha ad esempio ribadito la sua posizione sul BTC, dicendo che la prima criptovaluta per market cap potrebbe arrivare a 250.000 dollari entro la fine dell’anno.

Un valore che, tradotto in percentuale, rappresenterebbe una corsa al rialzo del circa 1.400%. Un secondo professionista del settore finanziario, ossia Carol Alexander, aveva affermato come il prezzo del BTC sarebbe sceso a 10.000 dollari nel corso del 2022.

Una previsione non del tutto indovinata a pieno, ma che comunque era basata sulla discesa di prezzo. Fiducioso per il futuro, ha invece rivisto le sue previsioni per il 2023, indicando un possibile Bitcoin a 50.000 dollari (quindi senza massimi storici) nei prossimi mesi.

Altro esperto in materia, che ha indicato ipotetiche raccomandazioni di prezzo sul Bitcoin, è il CIO di Altana Digital Currency Fund, ossia Alistair Milne. Lo stesso ipotizza che la criptovaluta avrà la forza di recuperare terreno, portandosi almeno attorno ai 45.000 dollari a fine anno.

Ad unirsi agli utenti rialzisti ed ottimisti sull’avvenire, è stato anche Eric Wall, che ipotizza una corsa del Bitcoin nuovamente sopra i 30.000 dollari nel 2023. Ha inoltre affermato che il livello dei 15,4K è stato uno dei minimi per l’asset più capitalizzato al mondo. Ha inoltre ipotizzato che l’ex CEO di FTX potrebbe scontare ben 10 anni di prigionia.

Considerazioni finali

Alla luce di quanto esposto, diversi esperti concordano su un’ipotetica ripresa della criptovaluta. Non tutti sono tuttavia ottimisti e una seconda scuola di pensiero crede invece che il Bitcoin subirà ulteriori ribassi nel corso del 2023.

Scuola di pensiero capeggiata da Standard Chartered, che ha di recente indicato un ipotetico Bitcoin attorno ai 5.000 dollari. Un valore molto più basso rispetto ai livelli attuali e che porterebbe la moneta digitale ad affossarsi ulteriormente, sulla scia dei ribassi del 2022.

Visti i tanti fattori di influenza, che possono influire positivamente o negativamente sull’andamento dell’asset, è opportuno restare sempre continuamente aggiornati ed imparare ad esaminare in autonomia il Bitcoin, o qualsiasi altra altcoin di interesse.

Una delle piattaforme con più strumenti, che ti permette sia di valutare il Bitcoin (anche su un pratico grafico in tempo reale), sia di investire su criptovalute, è eToro. È una piattaforma regolamenta e con reali licenze per operare nel nostro territorio.

Per testare le sue funzionalità puoi partire con un ottimo account demo, senza alcun limite di tempo e con 100.000 dollari virtuali a tua disposizione. Se vuoi partire con la modalità reale, puoi invece caricare un deposito minimo molto basso, da soli 50€.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento