News

Bitcoin: JP Morgan dice si alle crypto, ma solo per i clienti più ricchi

Di fronte ad un interesse sempre più ampio degli investitori verso Bitcoin e crypto, anche JP Morgan ha dovuto cedere .

Lo storico gruppo bancario americano si è quindi aperto al mondo delle criptovalute, creando addirittura 2 nuovi fondi: Grayscale e Osprey.

Due alternative di investimento crypto che non sono tra le più accessibili del mercato, e che almeno per il momento, risultano essere adatte esclusivamente alle esigenze dei propri clienti più facoltosi.

La società ha inoltre già reso noto che i prodotti finanziari in questione non includeranno solo Bitcoin, ma anche altre altcoin.

Informazione che già da sola è bastata per innescare i primi movimenti a rialzo nei prezzi di tutti i progetti DeFi coinvolti, ma vediamo tutto nel dettaglio.

Bitcoin e JP Morgan cosa accadrà ora?

Iniziamo ribadendo il concetto che i Fondi Crypto JP Morgan non includeranno solo Bitcoin.

Nello specifico la composizione del Fondo Grayscale, all’aggiornamento del primo luglio 2021 includeva:

Per quanto riguarda Osprey invece, oltre a Bitcoin il fondo include tra i suoi asset digitali anche progetti innovativi e dall’alto potenziale, come Polkadot e Algorand.

Jp Morgan ha però tutta l’intenzione di procedere per gradi. Almeno per il momento i suoi promotori finanziari inizieranno ad offrire crypto solo ad una selezione di clienti.

La scelta è ricaduta su investitori con elevato reddito ed un alta propensione al rischio, che a partire dal 19 luglio avranno accesso a questi nuovi strumenti.

L’accesso ai fondi dovrebbe poi essere successivamente esteso, in modo progressivo anche ad altre categorie, ma in merito alla tempistica la società non si è ancora espressa.

E’ evidente quindi che la creazione di questi fondi JP Morgan, oltre a far salire Bitcoin, potenzialmente daranno una spinta a tutte le crypto  incluse tra i suoi asset digitali.

Se anche una delle banche tra le “big four” americane ha dato l’ok definitivo alle crypto, c’è da aspettarsi che direttamente o indirettamente provocherà una scossa all’intero mercato DeFi.

Note finali

Grayscale e Osprey sono un altro tassello per completare un quadro finanziario che mescola sempre di più investimenti di tipo tradizionale a quelli digitali.

Accedere a questi strumenti almeno per ora, non è cosa fattibile da tutti, quindi viene naturale domandarsi: esiste un modo altrettanto valido ma più accessibile per investire in Bitcoin e Crypto?

Ovviamente la risposta è si, ed in questo ci viene incontro eToro con un ottima soluzione alternativa.

La piattaforma eToro permette infatti di accedere alle migliori 26 criptovalute, fornendo una selezione accurata di progetti DeFi più stabili ed altamente capitalizzati sul mercato. Inoltre permette di scegliere come investire: acquistando direttamente il token come su un qualsiasi exchange o negoziarlo con i CFD.

Grazie a questa seconda modalità è infatti possibile rendere gli investimenti in Bitcoin e criptovalute ancora meno rischiosi e più profittevoli. Si guadagna infatti dalla differenza tra acquisto e vendita, quindi anche se il prezzo del token scende.

eToro offre la possibilità di testare le proprie capacità e tutte le funzionalità della piattaforma attraverso un conto demo, accessibile gratuitamente e senza restrizioni di tempo.

Una volta pronti, per il passaggio al conto reale basterà un deposito minimo di €250 per poter iniziare ad operare sul mercato reale.

Un’importo tutt’altro che proibitivo per iniziare a muoversi nel mondo DeFi.

Ecco il link per accedere subito alla piattaforma ed iniziare a negoziare criptovalute in modo sicuro ed accessibile:

Clicca qui per accedere ad eToro e investire nelle migliori crypto del mercato

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giancarla Basile

Lascia un Commento