News

Bitcoin in El Salvador: Bank of America si Espone

Nel corso delle nostre tante analisi, abbiamo più volte avuto la possibilità di approfondire in merito all’ufficializzazione del Bitcoin in El Salvador come valuta legale. Notizia che ha sicuramente iniziato a creare dibattiti e discussioni all’interno del mercato, non solo da parte di singoli appassionati, ma anche di grandi società.

Una in particolare, ossia il gruppo Bank of America, considerato fra gli istituti finanziari più importanti al mondo, avrebbe recentemente esposto proprie considerazioni sull’adozione della criptovaluta più capitalizzata al mondo nel territorio di El Salvador. Tutto ciò all’interno di un vero e proprio report scritto e pubblicato dalla stessa società.

In modo specifico, verrebbero esposti al suo interno alcuni dei possibili punti di forza sull’adozione dello strumento in questo territorio che, nonostante molte difficoltà, sta cercando ormai da anni di recuperare terreno, abbracciando innovazione e progresso.

Bank of America, dal suo canto, non è di certo nuova ad esposizioni del genere sul settore delle criptovalute. Nel corso dei paragrafi successivi scopriremo tutti i punti trattati dal report, focalizzando l’attenzione sul Bitcoin e sulla sua valenza nel settore economico, oltre che crittografico.

Prima di iniziare, ricordiamo come lo stesso Bitcoin risulti ad oggi presente all’interno di broker regolamentati, come ad esempio eToro, che ne permettono la negoziazione in modo autonomo, utilizzando anche strumenti derivati. Tutto ciò tramite una piattaforma interattiva, rapida e con numerose funzionalità integrate.

Bitcoin in El Salvador: Ecco i possibili punti di forza esposti da Bank of America

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, Bitcoin in El Salvador ha rappresentato sicuramente un evento storico, preso ad oggi come riferimento da molte altre nazioni. Basti pensare alle ipotesi avanzate da politici in Paraguay per il prossimo futuro.

All’interno del report mostrato da Bank of America, la società evidenzierebbe nello specifico alcuni aspetti fondamentali ed economici legati all’utilizzo dello stesso strumento crittografico, andando a sottolineare concetti legati anche al settore della digitalizzazione.

In modo specifico, essendo il Bitcoin (inteso in questo caso come vera e propria rete di trasferimento) completamente telematico, permette scambi e transazioni solamente in modo digitalizzato. Tutto ciò a favore di una riduzione degli scambi fisici, permettendo al paese di ammodernare i propri trasferimenti ed alle migliaia di abitanti di dotarsi di nuovi sistemi per poter portare a termine i propri scambi.

Un concetto strettamente legato a tutto ciò è quello delle rimesse economiche, aspetto rilevante nel computo e nel calcolo del prodotto interno lordo della nazione. Le transazioni tramite Bitcoin, anche in riferimento ai protocolli e layer di ultima generazione (Lighting Network), permettono infatti di portare a compimento una transazione (anche su lunga distanza) in modo più economico e rapido rispetto ai sistemi tradizionali.

Ultimo aspetto, non per importanza, riguarderebbe la potenziale attrazione da parte di investitori, anche in merito al processo di Mining, o nei riguardi di tutti quei servizi accessori legati al Bitcoin (sviluppo di applicativi di pagamento, di ATM Bancomat Bitcoin e così via). Questioni che, seppur ancora in una fase iniziale, hanno letteralmente aperto un mondo, mettendo sotto i riflettori la nazione.

Conclusioni

Visionate le esposizioni di Bank of America nei riguardi del Bitcoin in El Salvador come valuta legale, al di là della sua valenza da moneta parallela a quella nazionale, abbiamo precedentemente ricordato come lo stesso strumento risulti scambiabile e negoziabile all’interno di broker professionali e regolamentati, da vero e proprio asset crypto.

Ma di cosa si tratta esattamente? I broker di CFD rappresentano intermediari specializzati in contratti per differenza. Si distinguono ampiamente rispetto agli acquisti fisici su criptovalute (basati invece sul possesso) poiché risultano legati solamente a repliche degli andamenti dell’asset.

Tutto ciò permette al trader di poter attuare una doppia strategia, non solo al rialzo ma anche al ribasso. Uno dei broker più completi, da sempre presente nel settore del trading online su criptovalute, è eToro. Conta ad oggi più di 11 milioni di utenti registrati, integrando diverse funzionalità.

Una delle più interessanti è il Copy Trading, ossia un sistema di trading automatico. A seguire alcuni punti chiave:

  1. All’interno della pagina ufficiale eToro gli utenti possono selezionare i Popular Investor di propria preferenza;
  2. Una volta associati al proprio account, avranno la possibilità di ottenere le stesse operazioni, il tutto in tempo reale e senza nessun costo aggiuntivo;
  3. La funzione del Copy Trading può essere provata anche tramite account demo, ossia un simulatore a tutti gli effetti, basato semplicemente sul caricamento di fondi fittizi da parte della piattaforma. Il tutto può essere gestito anche tramite applicazione per dispositivi mobili (gratuita e disponibile sia per device iOS che Android).

Scopri qui eToro e l’account demo

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento