News

Bitcoin e blockchain: ecco le migliori banche che investono in criptovalute

Anche i maggiori colossi bancari continuano a cedere al fascino di Bitcoin e blockchain, mostrando un interesse sempre maggiore verso l’intero comparto DeFi.

Particolare attenzione viene riservata soprattutto ai progetti di Criptovalute Emergenti, su cui le più grandi Banche mondiali stanno partecipando ai vari round di finanziamento.

Secondo l’ultima ricerca pubblicata da Blockdata, la società specializzata nell’analisi del mercato blockchain, 55 delle 100 maggiori banche globali per patrimonio gestito detiene criptovalute in portafoglio.

Si tratta oltretutto di una stima a ribasso dell’interesse che il settore bancario ha nei confronti di Bitcoin e blockchain. Gli istituti di credito partecipano infatti sia in maniera diretta quindi tracciabile, sia in maniera indiretta attraverso vari mezzi.

Insomma non è possibile determinare con precisione gli investimenti indiretti, ma è oggettivo che le partecipazioni totali in ambito crypto sono in netto aumento.

Bitcoin e blockchain: quali Banche li possiedono?

Secondo la ricerca di Blockdata tra i gruppi bancari che risultano più attivi in termini di numero di investimenti sulle criptovalute troviamo:

  • Barclays
  • Citigroup
  • Goldman Sachs
  • JP Morgan Chase
  • BNP Paribas

Se invece si tiene conto degli attori che hanno contribuito in termini di finanziamento troviamo: Citigroup, Standard Chartered e BNY Mellon. I 3 gruppi bancari che si sono distinti per aver partecipato in modo più consistente nei vari round.

Statistiche peraltro confermate anche da un recentissimo studio effettuato da KPMG. La società di account ha infatti pubblicato un rapporto, in cui rende noto che sono proprio le criptovalute emergenti a destare il maggior interesse degli investitori bancari.

Note finali

Il forte interesse delle maggiori banche del mondo nei confronti di Bitcoin e blockchain è uno dei fattori che sta contribuendo ad accelerare la crescita dell’intero mercato crypto.

Questo dunque è un ottimo momento per sfruttare a proprio vantaggio i rialzi e le intense accelerate che BTC e numerosi altri token, anche emergenti, stanno regalando al mercato.

Resta quindi solo da capire come comprare o investire in Bitcoin nel modo più conveniente, cercando di tenersi al sicuro da eventuali ribassi e da movimenti provocati dagli investitori bancari.

In questo ci viene in soccorso la piattaforma eToro che offre una duplice possibilità per investire in Bitcoin e blockchain. Ovvero acquistare criptovalute esattamente come si farebbe su un qualunque exchange crypto o negoziarle con i CFD.

Questa seconda alternativa offre notevoli vantaggi addizionali, come la possibilità di guadagnare anche dai ribassi di prezzo grazie alla possibilità di vendere allo scoperto.

In questo modo è possibile massimizzare le possibilità di profitto e contemporaneamente ridurre al minimo il rischio d’investimento.

La piattaforma offre infine anche la possibilità di fare trading automatico sulle criptovalute grazie al Crypto CopyFund.

Uno strumento che replica fedelmente e gratuitamente il portfolio dei migliori trader crypto della piattaforma. Dando così la possibilità di guadagnare sin da subito anche a chi è alle prime armi o ha poco tempo da dedicare al trading.

Per iniziare ad investire su Bitcoin e blockchain anche in automatico, è sufficiente accedere alla piattaforma eToro e creare il proprio account con un inedito deposito minimo a partire da €50.

Clicca qua per ottenere un conto gratuito su eToro.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giancarla Basile

Lascia un Commento