News

Bitcoin Bug: il network del BTC è ancora vulnerabile?

Recentemente, una nuova importante vulnerabilità è stata scoperta dal team del Bitcoin Cash, più precisamente da uno sviluppatore del core di Bitcoin Cash, falla che è stata però scoperta all’interno del codice sorgente della prima criptovaluta al mondo, ovvero il Bitcoin.

Il bug potrebbe aver causato il crollo di una grossa porzione della rete BTC, ed è stata riconosciuta come una vulnerabilità DoS [denial-of-service].

Tuttavia, il bug è stato corretto nella versione aggiornata del 0.16.3 di Bitcoin Core.

Charlie Lee

Charlie Lee

Il creatore di Litecoin [LTC], Charlie Lee ha dichiarato la sua posizione sulla questione attraverso un commento su Twitter.

Uno sviluppatore su Twitter ha scritto:

“L’87% della rete #Bitcoin è * ancora * vulnerabile a CVE-2018-17144. Ogni giorno continua così, ci stiamo fidando dei miner e perdiamo credibilità con le promesse sulla rete decentralizzata “.

In risposta a ciò, Lee ha affermato che non vi è alcuna necessità di aggiornare tutti i nodi a 0.16.3. Questo perché la maggior parte dell’hashrate è già stato aggiornato per garantire che eventuali blocchi non validi siano orfani. Secondo Lee, questo è simile ai nodi non aggiornati della versione 0.13 e fa affidamento sui miner per imporre SegWit e per evitare spese errate.

In effetti, è molto pericoloso far aggiornare immediatamente tutti i nodi all’aggiornamento 0.16.3
dato che la grande diversità dei clienti è una caratteristica significativa per una rete decentralizzata.

Lee ha affermato che potrebbero esserci nuovi errori nelle versioni più recenti, che devono essere rilevati prima che tutti facciano l’upgrade.

Ha scritto:

“Avere un bacino di utenti diversificato è molto importante, in quanto potrebbero esserci nuovi bug nelle versioni più recenti. Le persone dovrebbero prendersi il loro tempo per sentirsi a proprio agio con gli aggiornamenti.”

Nel suo ultimo tweet, ha affermato che tutti gli scambi e gli operatori commerciali hanno probabilmente aggiornato per proteggersi. Lee ritiene che i minatori non abbiano alcun incentivo a imbrogliare, dimostrando che la teoria del gioco del consenso di Nakamoto sulla rete dei Bitcoin Core è progettata per evitare abusi da parte di qualsiasi partito.

Prezzi Criptovalute Oggi

Durante la sessione di oggi 27 settembre 2018, sui mercati la fa da padrone proprio il Bitcoin Cash, con un bel +18.46 di rialzo sul prezzo. Si tratta sicuramente del fatto che la community si sta rendendo conto di quanto lo sviluppo sul Bitcoin Cash sia fondamentale per la community, rivalutando inoltre questa crittovaluta.

BTC/USD 6,479.2 +29.1 +0.45%
ETH/USD 215.51 +1.46 +0.68%
BCH/USD 526.51 +82.04 +18.46%
IOT/USD 0.55135 -0.00840 -1.50%
LTC/USD 57.980 +0.690 +1.20%
XRP/USD 0.52355 -0.00796 -1.50%
BTC/EUR 5,538.4 +38.4 +0.70%
DASH/USD 185.47 -2.96 -1.57%

Bug del Bitcoin: rischio o opportunità?

Si è sempre considerato quello del Bitcoin un codice perfetto e in effetti erano 5 anni che non venivano trovati nuovi bachi. Questo bug, però, dimostra che il codice perfetto non esiste e che anche Bitcoin può essere bacato.

Questi bachi sono una minaccia? Sì, lo sono, ma è bene ricordare che nessun software può essere esente da bug (è matematicamente impossibile). Come può reagire un investitore sul Bitcoin al problema dei bachi del software? Una soluzione è quella di trasformare i bug in opportunità di profitto.

Con le migliori piattaforme per operare sul Bitcoin come ad esempio eToro (clicca qui per il sito ufficiale) è possibile guadagnare andando al rialzo oppure al ribasso. Ebbene, nel caso in cui sia annunciato un bug grave, è sempre possibile speculare al ribasso e ottenere profitti elevati.

Poi quando le quotazioni ricominciano a salire, si può ricominciare a guadagnare al rialzo. Non è affatto difficile, anzi, ed è il motivo per cui tanti investitori furbi utilizzano eToro per speculare sul Bitcoin.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento