News

Bitcoin BTC in rosso: e adesso che si fa?

La settimana è stata sanguinosa per tutte le criptovalute ed il Bitcoin BTC ha chiuso in rosso, con una quotazione quasi dimezzata nel giro di 24 ore o poco più.

All’ansia già causata del Coronavirus si aggiungono le incertezze legate al mondo crypto, in uno scenario oscuro che non piace affatto agli investitori. Tuttavia, è il momento di fare delle riflessioni oggettive ed analitiche. Per questo motivo, noi di Criptovalute24 abbiamo effettuato una Skype call con il Trading Desk di eToro, al fine di trovare spunti di riflessione per la settimana che si appresta ad entrare.

Gli ultimi 7 giorni ci hanno insegnato tante cose sul Bitcoin, facciamo ordine nelle prossime righe.

Bitcoin BTC in rosso: Cosa è successo

Partiamo dalle considerazioni oggettive con una disamina lucida ed attenta.

BTC non è ancora un Asset rifugio

Ebbene si, ci avevamo creduto e sperato anche noi. Nulla toglie che in futuro potrà diventarlo, tuttavia ad oggi la criptovaluta si è dimostrata ancora acerba per questo ruolo.

Sia chiaro, ci sono Asset che nonostante anni di presenza sul mercato ancora riescono ad essere considerati “rifugio” dagli investitori istituzionali. Un esempio su tutti? L’Euro. Insomma, il BTC avrà tempo per rifarsi, ma per adesso meglio non caricarlo di eccessive aspettative.

BTC ed oro sono correlati

La nostra disamina sulla correlazione tra BTC ed oro aveva valide motivazioni di fondo e nonostante questa tempesta possiamo considerarla ancora valida. Infatti, nell’ultima settimana anche il metallo giallo ha registrato una flessione.

Insomma di certo non possiamo parlare di correlazione perfetta, ma i segnali che ancora oggi ci arrivano dai mercati spingono sempre verso una correlazione futura ancora più stretta tra i due Asset.

Ostacolo Coronavirus

Il Covid-19 ha buttato giù, tra gli altri, la quotazione di colossi del settore bancario, energetico e finanziario. Insomma, perché il BTC avrebbe dovuto essere immune?

Giorni fa c’è stato qualche timido segnale ma alla lunga anche la criptovaluta ha ceduto il passo finendo per essere contagiata dal Coronavirus, con la conseguenza di un crash verticale e senza appello: -30%.

Le motivazioni da ricercare sono ancora in fase di elaborazione, in quanto gli analisti stanno cercando di capire quale sia il filo conduttore che lega BTC e le altre criptovalute agli Asset finanziari tradizionali. In ogni caso, il cigno nero del Covid-19 è un evento inaspettato e senza nessuno Feedback passato, ovvio faticare per individuare il bandolo della matassa.

Quotazione attuale

Se una settimana fa il BTC viaggiava a vele spiegate verso quota $10.000, ad oggi il primo passo sarà consolidare $5.000, la metà esatta. Una bella botta, nulla da eccepire.

E’ presto per ipotizzare che il peggio sia passato? Presto per dirlo, tuttavia se il Coronavirus è un evento “nuovo” ed inaspettato, i crolli nel settore finanziario non sono di certo una novità.

Come si reagisce in questi casi? Magnati della finanza come Warren Buffett non hanno dubbi: comprando a prezzi stracciati. Non siamo dinanzi al primo crollo dei mercati e sicuramente non sarà neanche l’ultimo. Tuttavia gli Asset -validi- si sono sempre rialzati e hanno continuato il loro percorso

Nel 2008 è andata proprio così, un crollo verticale e poi una ripresa da record durata fino al 2020.

Il BTC rispetterà lo stesso schema?

Bitcoin BTC in rosso: Lo scenario probabile

Per rispondere alla domanda di sopra occorre prima stabilizzare la situazione sanitaria. In altre parole, nel 2008 la crisi è stata di origine economica, ad oggi è stata innescata da un Virus.

Premesso ciò, se il BTC si stabilizzerà sopra i $5.000, molto probabilmente il percorso che ne conseguirà sarà identico a quello vissuto nel posti 2008: un deciso rialzo.

AL netto dei cosiddetti “rimbalzi tecnici”, il Desk di eToro raccomanda di tenere sotto osservazione il valore di $5.000. Se riuscirà a reggere nei prossimi giorni, per il Bitcoin sarà primavera anticipata.

Per divertirsi a fare Trading di BTC, anche solo su conto Demo gratuito e con denaro virtuale, registrarsi su eToro richiede una email valida e pochi minuti per l’attivazione. Ecco da dove iniziare:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

     

     

     

     

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Massimiliano Rossi

    Appassionato di Trading Online. Esperto di finanza online dal 2010. Trader dal 2015. Mi occupo di analisi tecniche.

    Lascia un Commento