News

Bitcoin (BTC): analisi del mercato aggiornata al 24 marzo 2023

Presentiamo oggi un’analisi aggiornata sui prezzi di Bitcoin (BTC) e sul suo andamento. La criptovaluta ha subito notevoli cambiamenti nel corso degli ultimi mesi e questo ha portato speculazioni sulle possibili prospettive future.

Resta in ogni caso molto complesso cercare di capire come si muoverà la criptovaluta e quali potrebbero essere le stime ed i target price per l’avvenire. Sta di fatto che il recupero, evidenziato già dalle prime settimane del 2023, ha fatto ben sperare appassionati ed utenti rialzisti.

I dati dei principali siti informativi, nonché lo studio dei grafici sui migliori exchange, mostra altresì un trend in aumento nel corso delle ultime giornate, con nuovi punti di massimo annui (riferiti solamente al 2023), che continuano ad essere superati.

Può il trend continuare e mostrare crescite sostenute? Cerchiamo di capire ciò, puntando lo sguardo su specifiche metriche e sulla valenza dei tori sul mercato. Prima di continuare, ricorda che puoi sempre individuare ed investire sul Bitcoin su piattaforme professionali come eToro.

Si tratta di una piattaforma molto facile da utilizzare, alla portata di tutti e con un deposito iniziale molto più basso rispetto ad altri competitor, da appena 50 euro. Disponibile in ogni caso anche un conto demo, ossia una modalità di prova senza alcun limite di tempo.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Bitcoin (BTC): la valenza dei tori ed il rapporto MVRV

Nell’analisi complessiva sul Bitcoin (BTC), è bene prendere in esame quante più metriche e quanti più fattori di influenza possibili. Ci si chiede in primo luogo se la valenza dei tori, rispetto agli orsi, abbia preso il predominio o meno.

Come indicato dagli esperti, i possessori di Bitcoin a breve termine hanno iniziato a raccogliere profitto. Questo proprio per il loro acquisto nelle giornate precedenti al rally, che ha portato il valore della prima criptovaluta per capitalizzazione di mercato a superare i 28.000 dollari.

Secondo Crypto Quant, negli ultimi mesi, l’aumento dei profitti è stato pari al circa 7,6% su base totalitaria. Può questo essere un segno inequivocabile di un Bitcoin entrato in un canale rialzista, almeno nel breve e medio termine? Le considerazioni da tenere bene a mente sono tante.

Un dato importante, arriva dalla crescita dei livelli di afflusso di scambio di BTC. Gli stessi sarebbero aumentati in modo considerevole, in virtù dell’aumento proveniente da balene (grandi possessori di Bitcoin) e minatori, anch’essi in zona di profitto nelle ultime giornate.

Oltre ciò, secondo i principali exchange, al momento di questa stesura, la quantità di HODLed di Bitcoin avrebbe raggiunto il suo punto di massimo in un range temporale di 5 anni, attorno ai 7,6 miliardi di monete digitali. Tutto ciò in associazione anche ad un aumento delle commissioni sulla rete.

Con l’aumento di interesse sulla rete, nonché sulla criptovaluta stessa, potrebbe aumentare anche il rapporto MVRV?

L’aumento di questo indicatore è molto importante, perché suggerirebbe, pur considerando l’imprevedibilità, che la maggior parte dei detentori Bitcoin sarebbe propensa alla vendita, perché soddisfatta dell’ipotetico livello di redditività.

Bitcoin (BTC): andamento dei prezzi

Può a questo punto essere interessante, al di là delle metriche sui possessori di Bitcoin e sulla valenza dei tori rispetto agli orsi, focalizzare l’attenzione sugli ultimi andamenti dei prezzi. Settando un grafico settimanale, quali sono stati gli scostamenti più significativi?

Nella giornata del 17 marzo, nel punto di scambio più basso, un Bitcoin poteva essere acquistato attorno ai 26.396 dollari per unità. Un prezzo sostituito successivamente da quote sempre più alte, che hanno permesso all’asset di incanalarsi in una traiettoria rialzista (almeno per adesso).

Dopo aver superato i 28.000 dollari, nella giornata del 19 marzo 2023, la criptovaluta ha avuto la capacità di ottenere un nuovo punto di massimo annuale, sopra i 28.780 dollari, nella giornata del 22 marzo. Tutto ciò, senza tuttavia riuscire ad ottenere l’ambizioso traguardo dei 29.000 dollari.

Nella stessa giornata, dopo aver subito una correzione sotto i 27.000$, il prezzo del BTC è tornato a salire. Al momento di questa stesura puoi comprare un Bitcoin al prezzo di circa 28.115 dollari per unità. Un valore più basso rispetto all’ATH 2023, ma comunque superiore alla linea psicologica dei 28.000$.

Note finali

Le variazioni dei prezzi creano modifiche anche su molte altre metriche. Rispetto alla scorsa settimana, anche il livello di capitalizzazione di mercato è salito e si è attestato (attualmente) a 543.652.397.763 dollari.

Il volume sugli scambi nelle 24 ore, che mostra invece nel concreto l’attività degli utenti, è pari a 20.303.463.597 dollari. Le oscillazioni delle criptovalute restano in ogni caso molto imprevedibili e stimare possibili previsioni sul Bitcoin resta difficile anche per un esperto in materia.

Per questo motivo, dovresti restare sempre costantemente aggiornato ed analizzare la tua criptovaluta di interesse con tutti gli strumenti che le migliori piattaforme di investimento mettono a disposizione. Una delle più complete e professionali? Sicuramente eToro.

Citiamo lei perché ti permette di creare un account in meno di 5 minuti e di investire sul Bitcoin in modo autonomo, partendo da un deposito molto esiguo (50 euro). Hai in ogni caso a disposizione un elenco con molte altre crypto emergenti, ottimo per una corretta diversificazione.

A seguire, ricapitoliamo alcuni punti su come operare sul Bitcoin con eToro:

  1. apri un account sulla pagina ufficiale;
  2. verifica l’identità;
  3. carica il deposito;
  4. individua il Bitcoin;
  5. valuta il prezzo ed attua la tua strategia.

CLICCA QUI IN BASSO PER OTTENERE UN ACCOUNT

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star

    *L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento