News

Il Bitcoin è una bolla oppure c’è del potenziale?

Moltissimi “esperti della finanza” come Jamie Dimon di Chase, hanno affermato in passato che il Bitcoin è nel bel mezzo di una bolla adesso. Tuttavia questi esperti falliscono nel considerare il fatto che ci sono molte possibilità che la community del Bitcoin stanno iniziando ad attendersi: l’adozione di massa sembrerebbe essere ormai infatti alle porte.

Le bolle

La storia è piena di esempi di bolle finanziarie che sono scoppiate in maniera incredibile. La bolla britannica South Sea è avvenuta nei primi anni del 1700, quando gli investitori si sono convinti che la società South Sea, che venne data come monopolio sul commercio con l’America del Sud, fosse stata in grado di produrre enormi profitti. Le loro speranze vennero però disattese, e l’intera economia crollò quando la bolla esplose e il valore delle azioni di Sea Company toccò il fondo.

La bolla del Mississippi venne causata quando il finanziatore John Law convinse il reggente francese di un piano per pagare i debiti della Francia. Nel 1716, la Law’s Mississippi Company accettò di assumere l’intero debito nazionale francese in cambio di un monopolio completo di tutte le ricchezze commerciali e minerarie nel territorio della Louisiana francese.

Non vedendo il modo di perdere e spronato dal marketing di Law, gli investitori guidavano il prezzo di Mississippi Company verso l’alto. Quando Law capì che la bolla era ormai fuori controllo, cercò di sgonfiare gradualmente il prezzo delle azioni. Purtroppo, ciò ha comportato un crollo completo della società, mandando in rovina l’economia francese.

Quella del Bitcoin è da considerarsi Bolla?

Cosa succederà se la bolla del Bitcoin, di cui parlano tutti, non fosse affatto una bolla? Cosa succederebbe se ci trovassimo effettivamente sulla cima di una curva di adozione praticamente verticale?

Se dovessimo confrontare la bolla del Bitcoin con quella di South Sea, è che le bolle del passato (o anche quella famosissima dei dei tulipani) è che erano guidate da nessun valore reale.

Il Bitcoin rappresenta invece un grande cambiamento nel modo in cui viene fatto business con internet. Si tratta della prima valuta decentralizzata, non controllata dallo stato, una valuta completamente globale.

Bitcoin potrebbe ancora avere bisogno di tempo per questa fase del suo sviluppo. Potrebbe essere nel bel mezzo di una bolla che si sgonfierà prima ancora di salire di nuovo in pochi anni. Ma se Bitcoin è quello che pensiamo che sia, il Bitcoin potrebbe tramutarsi in una curva ad S anziché in una bolla.

 

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento