News

Bitcoin Acquistati da El Salvador: Nuova Spesa su BTC

Nuovi Bitcoin acquistati da El Salvador? È ciò che sarebbe trapelato nel corso delle ultime giornate, grazie all’esposizione del presidente della nazione all’interno di numerosi canali informativi autorevoli.

Per chi non ne fosse a conoscenza, El Salvador rappresenta il primo Stato al mondo ad aver ufficializzato ed integrato l’uso del Bitcoin come vera e propria valuta all’interno del proprio sistema monetario. Una notizia che ha portato a considerare la valenza della storica valuta del territorio, uguale a quella del Bitcoin.

In altri termini, gli abitanti dello Stato, avranno la concreta possibilità di poter decidere quale moneta utilizzare per effettuare acquisti di beni e di servizi nel quotidiano. Un evento storico rilevante, che ha messo in luce numerosi dibattiti, aperti soprattutto da enti ed organizzazioni degne di nota, come ad esempio il Fondo Monetario Internazionale.

Nel corso del nostro mini approfondimento, andremo a focalizzare l’attenzione sulla notizia dei nuovi Bitcoin acquistati da El Salvador, in un progetto che continua lentamente a progredire, come stabilito nelle fasi di presentazione del progetto iniziale.

Prima di continuare, ricordiamo come il Bitcoin, rappresentante un asset di scambio a tutti gli effetti, risulti ad oggi presente su piattaforme regolamentate e professionali, come ad esempio eToro. Dispone di numerose funzionalità, permettendo anche di copiare veri professionisti del settore, tramite il meccanismo del Copy Trading.

Bitcoin acquistati da El Salvador: Ecco la nuova operazione

La notizia dei nuovi Bitcoin acquistati da El Salvador, o meglio, dallo stesso Stato che ha da poco ufficializzato la criptovaluta nel proprio sistema monetario, ha scaturito numerosi interessi all’interno del settore.

Lo stesso presidente, in un post pubblicato su Twitter, ha infatti dichiarato l’acquisto di altri 150 Bitcoin (BTC). Lo stesso quantitativo, sommato alle criptovalute già acquistate nel corso delle scorse settimane, porta il valore totalitario degli assets in portafoglio a circa 700 unità.

Risulta così facilmente possibile calcolare il reale valore al momento di questa lettura, andando a moltiplicare semplicemente il numero dei Bitcoin per il suo valore attuale. Lo stesso varia attimo dopo attimo e può essere constatato all’interno delle principali piattaforme informative e di scambio.

Una notizia che dimostra come in El Salvador il progetto sulla lenta integrazione delle criptovalute stia continuando a procedere in modo attivo. Tutto ciò in stretta associazione con i progressi mostrati dai download del portafoglio di archiviazione ufficiale dell’El Salvador, ossia Chivo. Secondo le ultime ufficializzazioni, i download sarebbero stati più di 1,6 milioni.

All’interno dello stesso annuncio, il presidente Bukele avrebbe altresì fatto riferimento ad una metodologia alquanto singolare, molto discussa nel settore delle criptovalute, ossia il buy the dip. Fa riferimento al meccanismo di acquisto in caso di discesa di valore di un determinato strumento, come ad esempio Bitcoin, o altri assets crittografici.

Tutto ciò in riferimento ad un BTC che, nonostante nella giornata di ieri si sia mantenuto sopra la soglia dei 43.000 dollari, ha successivamente finito per mostrare un trend al ribasso, al di sotto della stessa nelle ultime ore. In altri termini, valori ancora lontani dai punti di massimo ottenuti proprio in questo 2021.

Conclusioni

Notizia, quella appena esposta, che in ogni caso risulta associata in modo diretto al Bitcoin, considerato un asset crypto a tutti gli effetti, presente all’interno dei migliori broker ed exchange mondiali.

A tal riguardo, ricollegandoci a quanto esposto nell’introduzione, è bene tenere a mente come ad oggi l’acquisto fisico di criptovalute, come nel caso del BTC, non rappresenti più l’unico sistema disponibile per poter operare sul comparto crypto.

Un metodo alternativo, vede infatti la presenza dei broker di CFD, ossia basati sull’uso di contratti per differenza. Si tratta di strumenti derivati, che permettono di agire senza possedere alcun Bitcoin (ossia alcuna criptovaluta all’interno del Wallet).

Il tutto fa riferimento a repliche degli andamenti del sottostante, dando al trader la possibilità di agire:

  • Al rialzo, con opzione long
  • Al ribasso, con opzione short

Uno broker regolamentato e con numerose funzionalità interessanti è eToro (qui per la pagina ufficiale). Al suo interno, gli utenti registrati hanno la possibilità di selezionare la criptovaluta di interesse, visualizzare il comodo grafico in tempo reale e piazzare la strategia sulla base dei propri studi e delle proprie analisi.

Così come i migliori broker online, anche eToro non richiede alcun costo fisso sulla gestione, esponendo in modo chiaro e dettagliato solamente la presenza di bassissimi spread. In ogni caso, si ha sempre la possibilità di iniziare con un account demo, ossia simulato con capitali non reali, da poter utilizzare a propria discrezione.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento