News

Bitcoin a 15 mila entro fine anno secondo Tom Lee

Tom Lee ha tagliato la sua previsione per il Bitcoin a fine anno, prevedendo il prezzo a 15 mila rispetto alla sua previsione di 25 mila in una recente dichiarazione alla stampa.

Attualmente, il Bitcoin si trova tra le principale criptovalute che hanno preso un brutto colpo dai mercati, a causa del grandissimo sell off che c’è stato a fronte del fork del Bitcoin Cash.

Thomas Lee, noto anche come Tom Lee, è il co-fondatore di Fundstrat Global Advisors ed è una delle persone conosciute per le loro previsioni “al limite” sul Bitcoin [BTC].

Tom Lee ha spiegato che questa nuova previsione è il risultato del Bitcoin che scende al di sotto del punto di pareggio (il cosiddetto “Break Even”). Il punto di pareggio è il livello in cui i costi di mining sono uguali al prezzo di negoziazione. Secondo Fundstrat, il punto di pareggio è sceso a $ 7.000 rispetto al precedente prezzo break-even, che era previsto essere $ 8.000. Questi test sono stati condotti sui miner S9 di Bitmain.

Sulla base del prezzo di pareggio, Tom Lee ha effettuato una previsione sul Bitcoin, il prezzo che potrebbe colpire alla fine dell’anno.

Ha inoltre dichiarato:

“Mentre il bitcoin è sceso al di sotto del livello di $ 6.000, un prezzo psicologicamente importante, questo ha portato ad una rinnovata ondata di pessimismo, ma crediamo che l’oscillazione negativa del sentiment sia molto peggiore delle implicazioni fondamentali”.

Lee ha affermato che il recente arresto a doppia cifra della maggior parte delle criptovalute come Ethereum [ETH], XRP e Bitcoin sono stati innescati da eventi “tecinici”. L’evento più ovvio sono state le “guerre di hashing” dovute ai fork di Bitcoin Cash con Bitcoin ABC e Bitcoin SV.

Lee aveva inizialmente previsto che il prezzo del Bitcoin avrebbe raggiunto il livello di $ 25.000 entro il 5 luglio 2018, che ha causato speculazioni all’interno della community cripto.

Lee aveva inoltre affermato:

Bitcoin è sempre stato storicamente scambiato a 2,5 volte il suo costo di mining, quindi non è escluso che potrebbe arrivare a $ 20.000 entro la fine dell’anno”.

Il prezzo attuale del Bitcoin è di $ 5,300, e per raggiungere $ 15,000 entro l’EoY, il prezzo deve aumentare di oltre il 180%. Il recente sell-off ha causato il crollo della capitalizzazione di mercato di Bitcoin sotto la linea dei $ 100 miliardi, che è attualmente è pari a $ 96,12 miliardi.

Nonostante questo crollo, ci sono comunque trader che in questo momento si stanno godendo dei profitti senza eguali. Stiamo parlando di tutti quei trader, che attraverso i CFD stanno guadagnando grazie al crollo delle criptovalute. Vediamo in cosa consiste.

Investire all’interno del mercato del Bitcoin con i CFD

I CFD sono i cosiddetti contratti per differenza, e consentono di investire sia al rialzo che al ribasso all’interno di praticamente qualsiasi mercato finanziario.

Degna di nota, la piattaforma di trading eToro, una delle più intrise di tecnologia all’interno dello spazio criptovalute. Consente di investire al ribasso in Bitcoin (e molte altre criptovalute ancora) all’interno di un ecosistema sicuro e regolamentato.

Attiva da oltre 10 anni, eToro è un broker di trading affidabile, sicuro e regolamentato, grazie al sigillo europeo CySEC e la registrazione dentro l’albo italiano CONSOB delle imprese d’investimento. Si tratta anche di una piattaforma estremamente facile da utilizzare, e con funzionalità di automatizzazione estremamente interessanti (come il copytrading). eToro ha persino lavorato negli ultimi mesi alla creazione di una criptovaluta rivoluzionaria e estremamente utile per i paesi in via di sviluppo: il GoodDollar.

È possibile iniziare con un conto di trading online demo (senza obbligo di deposito, ottima per gli utenti alle prime armi) oppure iniziare ad investire realmente con un deposito di soltanto 200 dollari. Clicca qua per ottenere più info su eToro >>

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento