News

Bitcoin BTC/USD sopra 8000: il peggio è passato

Il grande ritorno di Bitcoin sembra essere nuovamente alle porte: dopo aver superato quota 7000 adesso la criptovaluta più famosa al mondo ha toccato il prezzo di 8000, con picchi superiori a 8350 durante la sessione del 16 aprile.

A cosa è dovuto questo rialzo?

Sono stati in moltissimi a chiedersi le motivazioni di questo nuovo inaspettato rialzo della criptovaluta. Per cercare di capire il motivo del rialzo è bene specificare che, molto probabilmente, le motivazioni degli ultimi mesi di ribasso starebbero dietro al fatto nel 2017 gran parte delle persone hanno deciso di vendere parte dei loro Bitcoin per pagare le tasse.

Da quando il Bitcoin e moltissime altre criptovalute hanno avuto dei grandi rialzi durante il 2017, gli investitori li hanno venduti oppure li hanno utilizzati per pagare plusvalenze a breve termine. Inoltre, è importante specificare che anche il mining del Bitcoin e di altre criptovalute ha generato reddito e imposte per i lavoratori autonomi. Si parla di ben 590 miliardi di dollari di valore creato nel 2017.

La data di scadenza per il pagamento delle tasse negli Stati Uniti è per domani 17 Aprile e l’avvicinamento di questa data coincide in effetti esattamente con il movimento ribassista che c’è stato per il Bitcoin, e che sembra essersi fermato la scorsa settimana, con un BTC che è nuovamente adesso sopra quota 8000.

Inoltre, la data di scadenza per le tasse in Giappone era fissata al 15 marzo. Il Giappone è uno dei più grandi partecipanti nel mercato delle criptovalute, questo potrebbe avvalorare la tesi precedente.

Adesso che gran parte delle tasse sono state pagate, il Bitcoin è nuovamente oggetto d’interesse e gli investitori lo stanno pian piano tornando ad acquistare.

Il peggio è passato?

Tuttavia, non è certamente un segreto che le criptovalute siano senza dubbio molto meno “interessanti” rispetto a quattro mesi fa. La loro adozione sta aumentando ma i prezzi sono comunque molto al ribasso rispetto al 2017.

In molti si aspettavano uno scoppio della bolla, ma invece il Bitcoin negli ultimi mesi si è “stabilizzato” sotto il livello del 10 mila dollari, portando il suo prezzo a fluttuare in maniera molto inferiore rispetto al saliscendi dello scorso anno.

Anche su Google le ricerche del Bitcoin risultano essere crollate dell’84%, mentre invece il volume è sceso del 70%.

Tuttavia, secondo gli esperti questa fase potrebbe concludersi molto presto in quanto il peggio sembra essere passato.

Il fondo d’investimenti Pantera Capital afferma che il peggio è passato per il Bitcoin. Il suo ceo, Dan Morehead ha affermato che il Bitcoin supererà i 20 mila dollari già nel 2018.

Dato che il Bitcoin ha superato la media mobile a 200 giorni, la convinzione principale di Morehead sarebbe che la criptovaluta potrebbe essere pronta a fare un salto di qualità molto significativo.

Gli investitori istituzionali stanno man mano entrando all’interno del mercato e il prezzo si sta stabilmente portando al di sopra quota 8000 dollari.

Quindi, con grande probabilità, ci troviamo di fronte ad un nuovo movimento rialzista per il Bitcoin.

Investi nel Bitcoin al rialzo oppure al ribasso

Una delle migliori piattaforme per investire nel Bitcoin è quella di eToro (CLICCA QUI per andare sulla home page del broker), che consente di fare trading in manuale oppure di copiare i professionisti TOP presenti sulla piazza grazie alla funzione denominata copytrading, che essenzialmente è in grado di copiare in automatico le posizioni dei più grandi professionisti di criptomonete.

eToro è una piattaforma naturalmente regolamentata dalla CySEC e registrata all’interno della lista CONSOB. Ciò permette alla piattaforma di essere in assoluto una delle più affidabili per chi desidera investire in criptovalute. Registrati cliccando direttamente sui link presenti qua sopra.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento