News

Attacco DDoS a Bitcoin.org con richiesta di riscatto

La comunità bitcoin è stata informata di un attacco DDoS al famoso sito web di Bitcoin, Bitcoin.org. La personalità anonima dietro l’identità di Twitter @CobraBitcoin ha riportato l’attacco lunedì.

Il pagamento richiesto sembra essere di 0,5 BTC, l’equivalente (al momento della scrittura) di poco più di 17.000$. 

Prima di procedere ad affrontare l’analisi, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute, in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Attacco DDoS e il whitepaper di Bitcoin.org

L’attacco DDoS ha spinto alcuni a cercare alternative o salvaguardie contro tali attacchi. Ciò ha incoraggiato un ex sviluppatore di Bitcoin Core a sollecitare a “non esporre l’elenco degli utenti che scaricano il software Bitcoin ad essere elencati dal più grande vaso di miele del mondo”.

Cobra ha notato: “In passato potevi opporre una ragionevole lotta alla maggior parte degli attacchi DDoS. Ora ti abbattono a piacimento. Non c’è più “lotta”, scendi e rimani giù finché non ti lasciano in pace”.

Secondo i rapporti, gli aggressori hanno chiesto 0,5 BTC [$ 17,012] per ripristinare i servizi e le operazioni del sito. Tuttavia, al momento della scrittura, il sito web era ancora accessibile.

Gli attacchi DDoS sono un mezzo diffuso per colpire l‘host di un sito o la sua infrastruttura inondando lo stesso con traffico di richieste che travolge il sistema e lo rende inutilizzabile. Ma che cos’è precisamente un attacco DDoS?

L’attacco DDoS (Distributed Denial of Service) mette in crisi i server di un sito ricevendo un numero di richieste molto elevate che causano l’intasamento del server e quindi l’impossibilità di un normale utilizzo.

Questo attacco di Bitcoin.org era sospetto in quanto al sito Web è stato recentemente chiesto di rimuovere il White Paper Bitcoin dal suo sito Web dall’Alta corte di Londra. Ciò era dovuto al caso presentato dal capo scienziato di nChain, Craig Wright, contro il sito web. Wright ha ricevuto una sentenza in contumacia poiché Cobra ha deciso di non rivelare la propria identità e non si è presentato. A seguito di ciò, Bitcoin.org ha dovuto ridurre l’accesso al white paper di Bitcoin per gli utenti nel Regno Unito e interrompere anche il download del software Bitcoin.

Mentre alcuni utenti ipotizzavano il coinvolgimento di qualcuno del clan Wright, altri stavano cercando di trovare una via d’uscita o almeno di prevenirlo.

Nel frattempo, il valore di Bitcoin si è apprezzato quasi del 5% nelle ultime 17 ore e attualmente è scambiato a $ 34.750.

Considerazioni finali

Ovviamente continueremo ad occuparci dell’attacco DDoS di Bitcoin.org, ma se nel frattempo desideri investire in criptovalute in maniera sicura, senza attacchi DDoS o problemi di alcun tipo, eToro è un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento