News

Asset BTC long e BTC short: un mercato cripto ancora instabile?

Prendendo come riferimento i principali siti di analisi nel settore degli scambi crypto, è stato possibile assistere ad un considerevole sell off su tutto il comparto, almeno su un range temporale a 7 giorni (ossia settimanale). Ad essere costantemente analizzati sono stati gli asset BTC long e BTC short.

Gli afflussi registrati su base totalitaria, ossia le migrazioni delle transazioni al di fuori delle piazze di scambio, hanno raggiunto 1,60 miliardi di dollari. Un dato che, tradotto in percentuale, mostra una variazione colossale, pari al circa 50,8%. In altri termini una delle variazioni più grandi, che non veniva registrata dall’ottobre dell’anno precedente.

In tutto ciò, esperti ed analisti hanno iniziato ad analizzare da una parte le variazioni singole sul sentiment del mercato (sulle maggiori criptovalute) e dall’atra l’interesse degli investitori sui cosiddetti prodotti associati al mercato crypto.

Prima di continuare, ricordiamo come le principali criptovalute mondiali, proprio come il Bitcoin, siano presenti su broker professionali e regolamentati, come ad esempio eToro (clicca qui per aprire un conto): una piattaforma di trading altamente specializzata e con tante funzionalità per gli utenti registrati, come ad esempio un gratuito conto demo.

Asset BTC long e BTC short: sono cambiati gli interessi degli investitori?

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, uno degli aspetti molto spesso presi in considerazione dagli analisti ed appassionati del settore, riguarda l’esposizione del mercato sui prodotti Bitcoin associati alla stessa criptovaluta, come ad esempio Grayscale Bitcoin Trust (GBTC).

Gli esperti hanno tuttavia sottolineato come sia ancora presto per andare ad indicare se le variazioni mostrate sull’interesse nelle attività di trading di prodotti di investimento derivati al Bitcoin (diverse rispetto al passato, in concomitanza con altri crolli sul mercato), possano o meno sottolineare la fine del sentiment negativo sul mercato.

Nell’arco delle 24 ore, essendo scambiata a circa 31.000 dollari, la criptovaluta a maggior capitalizzazione ha subito una variazione pari al circa 1,47% su base totalitaria. È curioso sottolineare, ritornando al concetto di asset BTC long e BTC short, come i fondi short in Bitcoin abbiano evidenziato i loro afflussi più alti per la seconda volta nell’anno.

Nonostante ciò, sempre secondo le principali società analitiche ed i formative nel settore, gli asset long sarebbero in ogni caso predominanti. I milioni che fanno riferimento a prodotti short, sono tradotti solamente allo 0,15% rispetto alla restante porzione, che invece è associata ai prodotti long.

Cosa dire in merito alle altre altcoin ad elevata capitalizzazione nel settore crypto? Variazioni importanti sono state registrate da Ethereum, ossia la seconda criptovaluta più capitalizzata al mondo. I suoi deflussi settimanali sono stati pari a circa 12,5 milioni.

Discorso analogo può farsi anche per Polkadot, o meglio al suo token di riferimento DOT, che ha invece mostrato una variazione in deflusso pari a circa 0,4 milioni. Una delle poche altcoin in afflusso, ad aver quindi preso una traiettoria differente su base settimanale, è stata Solana (SOL), con valori pari a circa 1,9 milioni di dollari.

Note finali

Con la news odierna abbiamo avuto modo di ripercorrere brevemente alcune variazioni significative registrate dal Bitcoin e sulle sue attività all’interno del mercato, focalizzando brevemente l’attenzione anche sulle maggiori altcoin ad elevata capitalizzazione.

Se vuoi restare sempre aggiornato sul valore e sulle variazioni in tempo reale delle stesse, puoi usufruire dei comodi grafici in tempo reale proposti dalle migliori piattaforme di trading online. Le stesse permettono di individuare la propria criptovaluta di interesse ed agire sulla base di strategie personali.

Uno dei broker di trading crypto più conosciuti e professionali, ma soprattutto con reali licenze, è eToro (qui per la pagina ufficiale). Si tratta di una piattaforma altamente funzionale, con un database costantemente aggiornato. Integra sia criptovalute storiche che asset di nuova uscita.

Sul Bitcoin (BTC), così come su molte altre criptovalute, permette sia di comprare fisicamente l’asset, sia di negoziare tramite stiramenti derivati (quindi anche al ribasso, tramite la vendita allo scoperto). Si ricordano inoltre una serie di caratteristiche e funzionalità, considerate un concreto valore aggiunto per tutte le tipologie di utenti:

  • Conto demo gratuito e senza vincoli di tempo (si basa su 100.000 dollari virtuali da poter utilizzare a propria discrezione);
  • Copy Trading, per selezionare veri Popular Investor ed ottenere le loro stesse operazioni in modo speculare;
  • Assistenza in caso di bisogno;
  • Grafici su tutte le criptovalute presenti;
  • Possibilità di negoziare anche tramite app per dispositivi mobili.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento