News

Analisi su UNI, XML e SNX [Uniswap, Stellar Lumens e Synthetix]

Quello delle ultime settimane è stato un periodo alquanto singolare per il settore delle criptovalute. Alcune delle stesse hanno mostrato fasi di recupero, senza tuttavia riuscire a mostrare il superamento di nuovi punti di massimo. Altre ancora, hanno mostrato valori medi stazionari. Quali analisi su UNI, XML e SNX?

Le tre criptovalute, ossia Uniswap, Stellar Lumens e Synthetix Network hanno continuato a mostrare i loro tipici andamenti verso l’alto e verso il basso, risultando fra gli ecosistemi più discussi nel settore.

Ognuno degli stessi è legato ad utilità particolari che, contrariamente da ecosistemi di prima generazione, pongono molte delle proprie caratteristiche su aspetti prettamente operativi e funzionali, cercando di apportare valore aggiunto all’interno del settore.

Ma quali sono stati gli ultimi traguardi raggiunti dalle stesse? Prima di procedere con il nostro approfondimento, ricordiamo come le principali criptovalute mondiali, come proprio Uniswap (UNI) e Stellar Lumens (XML), risultino presenti all’interno di broker professionali, come ad esempio eToro.

Si tratta di un broker attivo ormai da più di 10 anni, che permette di aprire posizioni su criptovalute anche tramite l’uso di strumenti derivati. Dispone di numerose funzionalità, una fra tutte il Copy Trading, per copiare reali professionisti del settore.

Analisi su UNI, XML e SNX: Quali traguardi raggiunti?

Analisti ed esperti sono alla costante ricerca di informazioni ed analisi su UNI, XML e SNX per cercare di inserire gli stessi asset all’interno del quadro complessivo delle criptovalute.

  • Uniswap (UNI)

Uniswap viene considerato uno dei progetti più innovativi degli ultimi tempi, soprattutto per la presenza del suo DEX volto a portare alternative concrete al mondo degli scambiatori puri centralizzati.

Molte criptovalute di nuova emissione, risultano listate proprio all’interno di questo scambiatore, che nel corso degli ultimi mesi ha avuto la capacità di aggiungere sempre più funzionalità.

Nel corso degli ultimi 7 giorni, il valore di Uniswap (UNI) ha mostrato un passaggio dai circa 17,21 dollari (2 luglio), quindi al di sotto della linea dei 20, fino a circa 23,33 dollari al 7 luglio, secondo quanto esposto su CoinGecko, per poi subire variazioni successive.

  • Stellar Lumens (XML)

Stellar Lumens è un ulteriore progetto innovativo, presente all’interno del settore ormai da molti mesi e che ha mostrato nel corso delle prime fasi del 2021 il raggiungimento di nuovi massimi storici rispetto al passato.

Nel corso degli ultimi 7 giorni, il valore di Stellar Lumens (XML) ha mostrato una variazione dai circa 0,27 dollari (2 luglio), fino ai circa 0,26 dollari al 7 luglio, secondo i dati esposti da CoinGecko, per poi subire variazioni successive.

  • Synthetix Network (SNX)

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un ecosistema completamente decentralizzato, utilizzato per la strutturazione e costruzione di veri e propri assets sintetici. Il progetto è ancorato ad un proprio token di riferimento, che prende il nome di SNX.

Nel corso degli ultimi 7 giorni, il valore di Synthetix (SNX) ha mostrato una variazione dai circa 6,71 dollari (al 1 luglio), fino ai circa 11,71 dollari al 7 luglio del 2021, secondo i dati di CoinGecko, per poi mostrare variazioni successive.

Conclusioni

Come ricordato in precedenza, criptovalute esposte all’interno del nostro approfondimento, come ad esempio Uniswap (UNI) e Stellar (XML), risultano presenti su broker regolamentati e professionali, come ad esempio eToro.

Lo stesso intermediario si pone ormai da anni come reale punto di riferimento nel settore, permettendo a tutti i propri utenti di poter negoziare su assets crypto attraverso l’uso di contratti per differenza (ossia CFD).

In questo caso, contrariamente dagli acquisti fisici tramite exchange, i traders possono operare senza il possesso della criptovaluta, facendo riferimento solo su repliche dell’andamento dell’asset. Ma cosa comporta tutto ciò?

Ecco alcuni punti:

  • Possibilità di agire anche allo scoperto, ossia aprendo posizioni al ribasso, oltre che al rialzo;
  • Non viene richiesto alcun portafoglio di archiviazione, ossia nessun Wallet per la custodia delle proprie criptovalute (che ovviamente non vengono possedute fisicamente);
  • Nessuna commissione fissa sulle negoziazioni: contrariamente dagli scambiatori puri, i migliori broker CFD non richiedono costi fissi, applicando solamente bassissimi spread.

Uno dei broker a permettere tutto ciò è proprio eToro, il quale integra al suo interno numerose funzionalità di ultima generazione, oltre che servizi standard quali grafici in tempo reale, indicatori analitici ed applicazione gratuita per dispositivi mobili.

Oltre ciò, si ricorda la possibilità di poter copiare le posizioni dei migliori traders presenti all’interno della piattaforma, utilizzando la funzione del Copy Trading. Permette di ottenere le medesime operazioni dei Popular Investor selezionati, il tutto in modo automatico e senza costi o abbonamenti specifici.

Scopri qui eToro ed il suo conto di prova gratuito

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento