News

Analisi su Ripple [Aggiornata al 19 Luglio 2021]

Nel corso delle ultime settimane, il Ripple, assieme alle principali criptovalute mondiali, è stato ampiamente discusso sotto molti punti di vista. Parlare di analisi su Ripple significa prendere in considerazione esposizioni di carattere tecnico ed fondamentale nei riguardi dell’ecosistema di riferimento.

Il progetto, inizialmente molto additato per la sua ambiziosa volontà nel voler diventare un vero e proprio strumento in stretta associazione con le banche, ha successivamente avuto la capacità di trovare consenso, anche da parte di grandi società mondiali.

Tutto sembrava scorrere per il meglio, così come anche gli aumenti mostrati da XRP (ossia il token di riferimento dell’ecosistema), nel corso delle prime settimane del 2021. Eventi successivi, tuttavia, avevano portato piccole problematiche in merito a questioni regolamentari.

Nonostante le stesse, ed il parallelo ribasso mostrato dallo strumento dopo la sua precedente corsa, la fondazione di Ripple ha cercato di risolvere più questioni nel minor tempo possibile, schierando anche professionisti legali e squadre di sviluppo degne di nota.

Ma quali sono le previsioni su Ripple? In che modo la fondazione sta cercando di risolvere le tediose problematiche avanzate da enti regolatori nelle scorse settimane? Prima di proseguire con l’esposizione, ricordiamo come Ripple (XRP), al pari di tanti altri strumenti crypto, disponga di un proprio valore e di una propria quotazione.

Risulta quindi individuabile all’interno di broker di negoziazione professionali, come ad esempio eToro, il quale mette a disposizione una piattaforma interattiva, funzionale e con molte funzionalità integrate.

Analisi su Ripple: quanto pesa l’esposizione della SEC?

È bene tenere a mente, come lo strumento XRP, risulti ad oggi fortemente associato al proprio Hub di appartenenza, ossia Ripple. Lo stesso ecosistema, nel corso degli ultimi mesi, ha visto un susseguirsi di notizie, che hanno messo a dura prova la stabilità dell’asset nella sua interezza.

All’interno di propri studi su previsioni su Ripple, risulta complesso per gli analisti cercare di avviare stime e target in un contesto così dinamico, dettato ancora da numerose fasi in corso d’opera. Una delle prime, attiene proprio il dibattito fra la fondazione Ripple ed il rinomato ente di controllo americano SEC.

Se sei un appassionato di crittografia, ricorderai sicuramente nostre pregresse esamine in merito alle dichiarazione esposte da SEC. Secondo lo stesso ente, la fondazione non avrebbe seguito regole giuste per la vendita di assets finanziari, proponendo il tutto sotto la natura da criptoasset.

In altri termini, considerazioni non da poco, le quali avevano portato numerosi squilibri nel settore, facendo letteralmente tremare le gambe ai soggetti rialzisti sullo strumento.

In ogni caso, dopo le prime turbolenze, nonostante le discussioni fra i due enti (fondazione Ripple e SEC) siano ancora in fase preliminare, il valore di Ripple, sceso dapprima sotto i 0,72 dollari nel mese di maggio, aveva trovato forza di recuperare terreno, portandosi di nuovo sopra il dollaro nel mese di giugno.

Esposizioni così marcate da parte di enti di controllo rilevanti come SEC, mettono sempre in costante allerta analisti ed appassionati del settore, i quali conoscono bene eventuali ed ipotetiche sanzioni richieste dagli stessi in caso di accertamenti su procedure non consone alle normative vigenti.

Dal suo canto Ripple sta continuando a portare avanti le proprie carte, cercando di chiudere rapidamente la questione, in modo da poter tornare a concentrarsi sulle sue funzionalità e suoi suoi sviluppi.

Conclusioni

In stretta associazione con il caso SEC, analisi su Ripple tengono altresì in considerazione la presenza di eventuali competitors all’interno dello stesso settore. Negli ultimi mesi molti ecosistemi rapidi, efficienti e con commissioni bassissime sono stati lanciati nel settore.

In tutto ciò, nonostante la tecnologia macini terreno in modo esponenziale, Ripple può contare su una presenza di carattere internazionale e su collaborazioni concrete in tutto il mondo. Tutto ciò soprattutto nei riguardi delle possibilità offerte dalla tecnologia sulle transazioni a lunga distanza.

Come ricordato nel corso dell’introduzione, Ripple XRP, oltre ad essere l’asset chiave nell’ecosistema di riferimento, rappresenta anche uno strumento crypto a tutti gli effetti, presente sui migliori intermediari di negoziazione.

Uno dei più conosciuti è eToro, il quale viene ad oggi considerato uno degli operatori di brokeraggio più completi nel settore del trading su criptovalute. Dispone di numerose funzionalità, permettendo di agire sia al rialzo che al ribasso (tramite CFD), beneficiando di zero commissioni fisse.

Le migliori piattaforme di trading CFD richiedono infatti solamente bassissimi spread sulle posizioni (scarto fra valore di acquisto e quello di vendita). Fra i tanti servizi integrativi, ricordiamo anche la presenza del Copy Trading, ossia un sistema di copia rapido ed intuitivo:

  1. L’utente seleziona i propri Top Traders preferiti;
  2. Gli associa al proprio account;
  3. In questo modo ha la possibilità di ottenere le stesse strategie avviate dal professionista (anche tramite modalità Demo).

Scopri qui eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento