News

Adam Back si Espone su Bitcoin (BTC) e Tether (USDT)

Le notizie sul mondo delle criptovalute hanno nel corso degli ultimi anni iniziato a girare in modo dinamico anche all’interno dei più importanti social network. Uno dei più attivi su news nel campo crypto, sembrerebbe proprio Twitter. A tal riguardo, una delle ultime notizie vedrebbe l’esposizione da parte del professionista ed esperto in materia Adam Back, su due criptovalute conosciute in tutto il mondo, ossia Bitcoin e Tether.

Nonostante il parallelismo fra le due criptovalute venga proposto ormai da molto da esperti ed analisti del settore, Back avrebbe basato la sua provocazione mettendo a confronto due parametri distinti, ma allo stesso tempo rilevanti nel settore delle crittografico, ossia il prezzo e la capitalizzazione di mercato.

Nel corso del nostro approfondimento entreremo nel dettaglio della questione, focalizzando l’attenzione sul messaggio postato da Adam Back su Twitter e sul suo rapporto con Tether e la criptovaluta con maggiore market cap al mondo, ossi Bitcoin (BTC).

Prima di entrare nel dettaglio, ricordiamo come il Bitcoin, così come molte altre criptovalute storiche, risulti disponibile su piattaforme regolamentate e professionali, come ad esempio eToro. Rappresenta un intermediario storico, con oltre 10 anni di esperienza nel settore e numerose funzionalità integrate.

Adam Back ed il suo chiaro messaggio su Twitter

Notizie esposte da uomini di spicco del settore crittografico rappresentano sempre eventi seguiti da migliaia di utenti di rete. Ma chi è esattamente Adam Back? Ma soprattutto, quali sono state le sue considerazioni sul Bitcoin e Tether?

Adam Back viene ad oggi considerato uno dei maggiori esperti nel settore delle criptovalute, o meglio crittografico, a capo e co-fondatore di una delle società più conosciute nel mondo delle blockchain, ossia Blockstream. Ha lavorato attivamente a numerosi progetti, risultando inventore di processi fondamentali per il meccanismo di Mining su Bitcoin.

Entrando nel dettaglio sulla news, lo stesso Adam Back avrebbe esposto all’interno della propria pagina Twitter un post alquanto singolare. Lo stesso citerebbe:

“Chi arriverà per primo: Tether a 100 miliardi di dollari o il Bitcoin a 100.000 dollari?”

Citazione sicuramente unica nel suo genere, che mette in confronto le due criptovalute sulla base di differenti parametri. Da una parte i 100 miliardi di dollari su Tether farebbero riferimento alla sua capitalizzazione di mercato (ossia il Market Cap). Dall’altra, i 100.000 dollari sul Bitcoin, farebbero riferimento al suo valore di mercato.

Lo stesso post, risulterebbe inoltre legato ad una vera e propria ufficializzazione da parte dell’ecosistema Tether, il quale solamente poche giornate fa avrebbe postato l’ambizioso raggiungimento dei 66 miliardi di dollari di capitalizzazione complessiva.

Un valore che, confrontato con il Market Cap a fine Maggio, stabilizzato a 60 miliardi di dollari, dimostra una crescita in circa 3 mesi di ben 6 miliardi.

Esperti ed analisti, sono sempre alla ricerca di possibili correlazioni fra la criptovaluta più conosciuta al mondo, ossia il Bitcoin, ed altri assets crittografici. Aspetti sulla correlazione fra i due assets esposti sarebbero stati citati anche dallo stesso Adam Back.

Conclusioni

Riprendendo quanto ricordato nel corso dell’introduzione, al di là dei confronti fra il Bitcoin ed altre criptovalute, lo stesso assets, così come molti altri, risulta individuabile all’interno dei migliori operatori ed intermediari online.

Oltre alla possibilità di poter comprare criptovalute in modo fisico, ossia inserendole all’interno di un wallet ed utilizzando exchange puri, ad oggi è possibile ricordare la presenza di un’ulteriore metodologia, basata in questo caso su strumenti derivati. Gli stessi vengono messi a disposizione da specifici broker di CFD.

Diversamente dall’acquisto fisico, la negoziazione tramite contratti per differenza permette di:

  • Operare senza necessitare di alcun portafoglio di archiviazione digitale;
  • Poter attuare una duplice strategia, al rialzo in caso di ipotesi di aumento dei valori o al ribasso nel caso opposto, tramite vendita allo scoperto;
  • Nessuna commissione fissa: i migliori broker di CFD ricordano solamente bassissimi spread in modo chiaro e trasparente.

Un broker regolamentato, che ha saputo sin da subito distinguersi per professionalità e servizi proposti ai propri utenti, è eToro. Dispone di un database ricco di strumenti crittografici, costantemente aggiornato ed integrabile con numerosi indicatori analitici.

A completare il tutto la presenza di numerose funzionalità, eccole a seguire:

  • Copy Trading: è un meccanismo di copia, che permette a tutti gli utenti di copiare reali esperti del settore, associando le loro operazioni al proprio account in modo automatico;
  • Assistenza professionale;
  • Account demo a costo zero;
  • Grafici interattivi, aggiornati attimo dopo attimo;
  • Applicazione per dispositivi mobili, scaricabile in modo gratuito su tutti gli store.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento